28 Giugno 2016

IN FIAMME I QUADRI ELETTRICI. PALAZZINE EVACUATE

IN FIAMME I QUADRI ELETTRICI. PALAZZINE EVACUATE

E’ successo tra il 26 e il 27 giugno, prima in una palazzina di via Scarbelli, poi in via Jenner. Ancora da accertare la cause dei cortocircuito


Giornate impegnative per i Vigili del Fuoco di Parma. Dopo l’esplosione alla centrale elettrica di Vigheffio e numerosi altri interventi tra città e provincia due palazzine, tra domenica 26 giugno e lunedì 27, sono state evacuate a causa di un corto circuito rilevato ai quadri elettrici del condominio. E’ successo prima in via Scarabelli e poi in via Jenner. In via Scarbelli il quadro elettrico è andato in corto intorno alle ore 23. Dopo le prime scintille, colonne di fumo hanno iniziato a disperdersi dallo scantinato alle scale. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco della centrale di via Chiavari che hanno immediatamente predisposto un piano di evacuazione, seguito da tutti gli inquilini, eccezion fatta per un’anziana donna con gravi problemi di deambulazione, soccorsa poi da un vigile che l’ha aiutata a rimanere tranquilla sul balcone di casa. In una ventina di minuti il palazzo è stato messo in sicurezza.
Stessa dinamica per la palazzina di via Jenner, dove gli inquilini di quattro appartamenti hanno deciso di scendere in strada ancor prima dell’arrivo dei soccorsi. In poco tempo la situazione è stata risolta e una donna con problemi respiratori è stata accompagnata sulla strada  per poi autonomamente recarsi  al pronto soccorso. Per fortuna gli accertamenti del caso non ha riscontrato anomalie e la donna è stata dimessa.
Difficile individuare le cause del guasto. Tra le ipotesi al vaglio l’innalzamento delle temperature o un sovraccarico dovuto al costante uso di impianti di climatizzazione. Gli inquilini sono tornati nelle loro abitazioni in quanto le palazzine sono state ritenute agibili.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *