10 Luglio 2015

Famiglia etica

Famiglia etica

Cari blogger, ci siamo! Finalmente iniziamo a confrontarci, scambiarci idee e riflessioni. E cominciamo affrontando insieme un caposaldo della nostra rivista, grazie a Liliana.

Ecco cosa vorrebbe sapere Liliana dopo aver letto il numero 3 di Familiarmente (scaricabile al sito www.coinetica.it ):

Nel numero 3 di familiarmente parlate di Famiglia etica. Che cosa significa per voi famiglia etica? Si potrebbe parlare anche di una morale della famiglia?

A: Etica e Morale sono due concetti distinti che non andrebbero confusi, anche se siamo soliti interscambiare.  L’etica è il comportamento interiore, il modo di porsi con rispetto verso se stessi e gli altri, accogliendo ogni forma di diversità come degna di esistere, anche se diversa dalla tendenza predominante, con  alto valore spirituale, quasi una modalità sacra.

Per  ‘morale’ si indica solitamente l’assieme di valori, norme e costumi di un individuo o di un determinato gruppo umano.

Nel nostro caso,comunque, parliamo di famiglia etica nel senso pratico del termine. Ci sono situazioni in cui  vorremmo confrontarci con gli altri, ma non riusciamo a farci ascoltare; stiamo veramente facendo in modo che ciò accada? Abbiamo cominciato la comunicazione nel modo giusto o stiamo  urlando, trasmettendo rabbia, ansia e aggressività? Forse non riusciamo ad aprire il nostro cuore all’altro per paura che l’altro ci respinga? Allora ci viene quasi in  automatico dire : lei/lui non mi ascoltano, a loro non interessa quello che sto dicendo e così via.

L’etica dove sta? Secondo noi sta nel cercare di avere dei piccoli accorgimenti per essere presenti a ciò che stiamo dicendo o facendo, con il cuore, con la mente e con il desiderio di accogliere l’altro ancor prima di pretendere di essere accolti.  Ecco il comportamento interiore che dovrebbe sottendere alle nostre azioni. Certo, che sia sempre praticabile senza sforzo, non è scontato né facile, ma ci si prova, si cade, e ci si riprova.

Se parlassimo di morale ci riferiremmo soprattutto a una serie di comportamenti da tenere perché è consuetudine che tra persone educate ci si comporti in un certo modo, con rispetto, con delicatezza. Tuttavia potremmo anche comportarci in tal modo, ma non percepirlo profondamente, non avendolo interiorizzato, ma solo acquisito per costume.

E’ in quello stare presenti che possiamo sentire la vita scorrere leggera attingendo anche  dalle piccole cose quotidiane.

redazione@familiarmente.net

segreteria@coinetica.it

segreteria@idipsi.it

One Comment

  • Elena13. Lug, 2015

    Grazie, molto interessante anche se non sempre si riesce ad avere il comportamento etico che, giustamente, suggerite voi. A volte si agisce d’impulso e si dà sfogo alle proprie emozioni senza riuscire a dominarle. Forse dovremmo prendere un po’ di tempo e considerare di più l’effetto che avrebbero sugli altri i nostri atteggiamenti. Si può sempre migliorare!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *