20 luglio 2016

Ex-Serre Petitot ed ex-Theatro del Vicolo: in arrivo un nuovo bando

Ex-Serre Petitot ed ex-Theatro del Vicolo: in arrivo un nuovo bando

A un anno dalla gara chiusa senza aggiudicazioni, da Parma Infrastrutture confermano che, insieme all’assessorato alla Cultura, stanno predisponendo uno nuovo bando che uscirà tra qualche settimana


Sulla gara per la gestione delle ex-Serre Petitot ed ex-Theatro del Vicolo ormai da un anno è calato il sipario. Nessuno ne parla più e la vicenda comincia a svanire nei ricordi di tutti. Le ultime notizie risalgono all’estate scorsa, quando due soggetti avevano partecipato al bando, la cui aggiudicazione doveva avvenire ai primi di luglio, poi slittata al 14 agosto per verificare se uno dei due soggetti avesse o meno i requisiti per partecipare. La vicenda si chiuse con un nulla di fatto e a dicembre 2015 – su interpellanza del consigliere di Parma Unita Roberto Ghiretti –  fu la stessa Ferraris a spiegare in Consiglio Comunale: “Chi ha vinto l’aggiudicazione provvisoria si è ritirato a causa dei lavori ingenti di adeguamento della struttura che avrebbe dovuto sostenere. Inoltre, data la concessione di sei anni, non avrebbe avuto modo di avere un ritorno dell’investimento».

Da allora sono trascorsi altri 7 mesi e nulla è accaduto.

L’ex direttore del Theatro del Vicolo, Egidio Tibaldi, raggiunto telefonicamente, ci dice: “dalle informazioni che mi sono arrivate dovrebbe uscire un nuovo bando, perché quello che è stato fatto non è stato evaso, entrambi i partecipanti hanno rinunciato. E’ evidente l’inutilità sociale di quello che è stato fatto nei confronti di un teatro che era l’unico a non aver mai avuto debiti”. All’ex direttore è stato quindi chiesto cosa farebbe nel caso uscisse un nuovo bando e Tibaldi ha risposto: “vedremo come fare per tornare al Vicolo ma non organizzerò più un cartellone da 52 spettacoli, saranno molti meno, perché la città è rimasta inerme al momento opportuno, non si è mosso nessuno perché noi non abbiamo mai cercato appoggi di partito. Se si fosse trattato di un altro teatro, di quelli protetti, avrebbero riempito i Portici, ma io resto innamorato di Parma e non la lascerei mai”.

Il Comune, contattato per avere conferma della veridicità di quest’indiscrezione e per avere delucidazioni sulle eventuali modifiche rispetto al vecchio bando, si è trincerato dietro un: “per ora il Comune non ha nulla da comunicare in merito a quanto richiesto”.

Diversa la risposta da parte di Parma Infrastrutture, che di fatto ha confermato le parole di Tibaldi. Matteo Antorini del settore patrimonio ha infatti dichiarato che con l’assessorato alla Cultura stanno “predisponendo tutti i dettagli per un nuovo bando, che dovrebbe essere pronto nel giro di qualche settimana”.

Non resta che sperare che sia la volta buona.

 

 

VIDEO. È ufficiale, bando ex serre Petitot deserto

L’ammissione solo dopo un’interpellanza. Ferraris: “Evidentemente, questo spazio non è interessante”. Ghiretti: “Sconcertante, gestione della gara scandalosa”

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *