19 Febbraio 2018

Esame del Campo Visivo Computerizzato, quando farlo

Esame del Campo Visivo Computerizzato, quando farlo

Serve nella diagnosi e nel controllo di alcune patologie a carico della retina e del nervo ottico


L’esame del campo visivo computerizzato deve essere svolto da professionisti competenti e con le tecnologie più moderne. «Quando parliamo di campo visivo ci riferiamo alla porzione di spazio che percepiamo quando guardiamo un punto fisso – afferma Alice Allodi laureata in Ortottica -, è un nuovo servizio molto utile che come Ottica abbiamo deciso di offrire ai nostri utenti».
Quale apparecchio medicale viene utilizzato nell’esame del campo visivo computerizzato?
«Noi utilizziamo il campimetro Zeiss – Humphrey, lo riteniamo uno dei migliori strumenti in commercio: per la sua tecnologia è il più amato dai professionisti del settore».
Quando serve l’esame del campo visivo computerizzato?
«Si tratta di un esame molto importante per il medico oculista nella diagnosi e nel controllo di alcune patologie a carico della retina e del nervo ottico.Il restringimento del campo visivo può essere provocato da patologie a livello oculare come un distacco di retina, dal glaucoma, miopia elevata, retinopatia diabetica, neurite ottica, retinite pigmentosa. Mentre a livello sistemico può essere causato da un ictus o aneurismi cerebrali, ischemie e tumori ipofisari. Inoltre è necessario per il rinnovo della patente di guida per soggetti affetti da determinate patologie, per la valutazione dei componenti delle forze armate o nella medicina del lavoro per chi è impiegato in particolari settori».

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *