29 Aprile 2016

EMIO INCERTI CONFERMATO ALLA GUIDA DI FEDERALBERGHI

EMIO INCERTI CONFERMATO ALLA GUIDA DI FEDERALBERGHI

“La fiducia dimostrata è uno stimolo ulteriore per proseguire il lavoro di squadra tra le nostre strutture alberghiere di Parma e provincia”


Già vice presidente di Federalberghi regionale e membro del Consiglio Regionale dell’Uera (Unione Emilia Romagna Albergatori), Emio Incerti commenta così la propria riconferma alla carica di presidente Federalberghi provinciale, aderente ad Ascom Parma Confcommercio Imprese per l’Italia.

“Sono molto soddisfatto di questa riconferma: la fiducia dimostrata è uno stimolo ulteriore per proseguire il lavoro di squadra tra le nostre strutture alberghiere di Parma e provincia perché possano continuare a trovare nella Federazione un prezioso punto di riferimento. La linea che porteremo avanti nei prossimi anni sarà dunque quella già intrapresa da tempo, determinata a perseguire quel costante dialogo e quella fattiva collaborazione con le istituzioni del territorio anche relativamente alla gestione delle risorse, tra cui, ad esempio, la tassa di soggiorno, o, ancora, alla lotta all’abusivismo. Tramite il Consorzio PromoParma, inoltre, proseguiremo nell’attività di promo commercializzazione del territorio, convinti che il turismo sia un settore fondamentale per lo sviluppo della nostra economia.”

“Al contempo Federalberghi – prosegue Incerti – continuerà nelle proprie altre attività promuovendo la valorizzazione delle risorse umane, attraverso corsi di aggiornamento per gli operatori alberghieri, ma anche tutelando e informando quotidianamente  i propri associati attraverso l’elaborazione di dati statistici finalizzati al monitoraggio del mercato turistico. In questo senso un primo importante appuntamento sarà proprio il 3 maggio prossimo in occasione dell’incontro pubblico “Turismo, dai dati all’indotto economico” in cui presenteremo i risultati di un’approfondita ricerca sui flussi turistici analizzati in un’ottica di marketing strategico territoriale.”

 

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *