5 Gennaio 2017

Per i due omicidi di San Prospero arrestati Samuele Turco e il figlio Alessio

Per i due omicidi di San Prospero arrestati Samuele Turco e il figlio Alessio

L’accusa è di omicidio volontario. Sarebbe stata trovata l’arma del duplice delitto


Samuele Turco è stato prelevato al Diagnosi e cura del Maggiore, dove era ricoverato per aver ingerito del detersivo dopo un interrogatorio. Sembra così essere arrivata ad una svolta decisiva l’indagine per  il duplice omicidio di Natale a San Prospero.
Secondo gli inquirenti sarebbe quindi un delitto passionale. Samuele Turco è infatti l’ex-fidanzato di Gabriela Altamirano, una delle vittime uccisa insieme a Luca Manici nel casolare utilizzato per incontri sessuali. L’uomo è ora accusato di omicidio volontario.
Fin dal ritrovamento dei corpi le indagini si erano concentrate su Samuele Turco, apparso in stato confusionale. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbe anche stata trovata l’arma del delitto.
Tutti i dettagli sono stati illustrati durante una conferenza stampa, durante la quale è stato ricostruito quanto accaduto. Secondo gli inquirenti Turco si sarebbe recato presso il casolare con un’automobile prestata da un amico, che non era consapevole delle intenzioni del presunto omicida. Sul posto dove è avvenuto il delitto sarebbe stato già presente il figlio Alessio, che avrebbe successivamente collaborato alle indagini indicando il luogo in cui sarebbe stata nascosta l’arma del delitto, un coltello poi occultato in un fienile.
Insieme all’arma sono stati trovati i cellulari delle vittime e il computer con registrate le immgini del circuito di sorveglianza che hanno permesso d verificare quanto dichiarato dal figlio Alessio.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *