19 Dicembre 2018

Due anni fa lo storico derby: Parma batte Reggiana 2-0

Due anni fa lo storico derby: Parma batte Reggiana 2-0

L’ex Vicepresidente Ferrari: “Quella che è stata e rimarrà la notte più bella della mia vita”. Capitan Lucarelli: “Annichiliti, in delirio con i nostri brividi”


In attesa del derby dell’Emilia, che si giocherà tra tre giorni allo stadio Tardini, nella giornata di oggi si può ricordare una partita che ha segnato in maniera indelebile il recente passato del Parma. Esattamente due anni fa, infatti, i crociati di mister Roberto D’Aversa, subentrato da poco ad Apolloni, vincevano il derby dell’Enza 2-0. Allo stadio Mapei di Reggio Emilia, in quella splendida serata del 19 dicembre 2016, supportati da un Settore Ospiti stracolmo di tifosi, i gol di Baraye e Giorgino stendevano la Reggiana per 2-0.

La partita, come ben tutti sappiamo e ricordiamo, fu decisa già nel primo tempo, quando un colpo di testa del centrocampista al 23’ e il tiro nell’angolino dell’attaccante senegalese indirizzarono la partita verso Parma. Poi, nel secondo tempo, le parate di Zommers e la retroguardia guidata da capitan Lucarelli permisero di mantenere la porta inviolata e portare a casa una vittoria storica, che oggi festeggia due anni e che sia l’ex Vicepresidente Marco Ferrari sia capitan Alessandro Lucarelli hanno voluto ricordare attraverso le loro pagine Facebook.

Marco Ferrari: “Mancano 10 minuti all’inizio e si alza la loro coreografia in tutto lo stadio, con 17.000 persone che ci cantano contro. I nostri sono ancora fuori. Ho un mattone sullo stomaco e la testa che si riempie di cattivi pensieri. Essere quelli che han perso il derby a Reggio dopo vent’anni è un incubo pronto a materializzarsi. Ripenso all’inizio di stagione, al ribaltone di dieci giorni prima: ci sono tanti segnali che ci portano qui e non sembrano buoni. Parte l’inno “Scende in campo la Regia”, le squadre si schierano. Entrano i Boys e si riempie anche la nostra curva. Stringo la mano a mio figlio. E inizia.
Quella che è stata e rimarrà la notte più bella della mia vita”.

Alessandro Lucarelli: “… 19/12/2016… le mattonate non ci impaurirono affatto [..] i decibel erano alti, ma noi eravamo all’altezza della situazione […] Al 30′ eravamo già sul 2-0. Prima Giorgino poi Baraye. Annichiliti, in delirio con i nostri brividi”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *