9 Agosto 2019

Dopo il pusher “dello stadio”, arrestato anche il pusher del Pablo

Dopo il pusher “dello stadio”, arrestato anche il pusher del Pablo

Il nigeriano era già stato arrestato gli inizi dello scorso luglio. Oltre alle sostanze, teneva nascosti 1.000 euro nella Bibbia


Malgrado l’arresto nei suoi confronti agli inizi di luglio per spaccio e sostanze stupefacenti un nigeriano, 28 anni residente nella zona di piazzale Pablo, aveva continuato la sua “professione”. In quell’occasione, poco più di un mese fa, aveva reagito ai Carabinieri con violenza, tentando in ogni modo di rifiutare i controlli. Che puntualmente sono arrivati e hanno scovato circa 16 grammi di eroina pronta allo spaccio. Il 28enne aveva patteggiato ad un anno di reclusione ma il Giudice aveva deciso di lasciarlo libero.

Neanche il tempo di uscire di prigione che il pusher è stato fermato ancora una volta mentre vendeva 3 grammi di eroina ad un cliente parmigiani. Al momento del fermo, ancora una volta ha reagito con violenza, provocando contusioni non gravi ad un militare. La perquisizione ha permesso di scovare 435 euro proventi dall’attività di spaccio, oltre ad altri 1.000 nascosti in una Bibbia a casa. Per lo spacciatore è scattato il divieto di dimora in città e provincia.

L’arresto arriva pochi giorni dopo quello di un altro pusher, che tuttavia agiva in zona stadio.

Fermato il pusher “dello stadio”. In casa 89 grammi di marijuana

Il nigeriano, classe 1993, era già stato arrestato nel settembre del 2016

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *