10 Settembre 2015

Dopo due anni, riapre l’area di sosta per i camper

Dopo due anni, riapre l’area di sosta per i camper

Pochi giorni prima del Salone del Camper, l’apertura definitiva dell’area. Era chiusa dal 2013


Che a Parma si svolga la seconda manifestazione europea nel settore camperistico, è noto a tutti. Ed è altrettanto noto che proprio Parma abbia vissuto una situazione paradossale per ben due anni, con un’area di sosta per i camper chiusa. Proprio così, nonostante la città verdiana sia la patria del caravanning e del turismo en plein air, dal 1° ottobre 2013 ha visto chiudere la sua area di accoglienza. Una volta disdetto il contratto dal passato gestore, il Comune ha atteso troppo tempo prima di cucire una bella toppa su uno strappo troppo grande.

Da oggi però, l’area di sosta (in largo 24 agosto 1942) apre ufficialmente, in modo definitivo, al pubblico. A confermarlo è Vittorio Dall’Aglio, presidente Assocamp. La gestione è stata assegnata per tre anni alla Cooperativa Cigno Verde, socia del Consorzio Solidarietà Sociale di Parma, che riceverà un finanziamento totale di 70mila euro, divisi in tre tranche: 10mila euro quest’anno, 40mila nel 2016 e 20mila nel 2017. Dal 2018, sarà necessario corrispondere al Comune 5.100 euro l’anno, iva esclusa e aggiornata ogni 12 mesi sulla base dell’indice generale di variazione Istat.

Dopo un lungo periodo di silenzio e, soprattutto, disagio, l’area torna finalmente ad accogliere i camperisti. Tutto dunque è pronto per la sesta edizione del Salone, che si appresta a ospitare più di 130mila visitatori.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *