26 Giugno 2019

Divertimento sicuro: torna il progetto “Notti”

Divertimento sicuro: torna il progetto “Notti”

Un’iniziativa dell’Unità di strada dell’AUSL realizzata insieme alla cooperativa Eidè, con la collaborazione dei gestori di locali e organizzatori di feste


Feste, sagre, eventi … nelle lunghe notti estive, in città e provincia, sono tantissime le occasioni di divertimento, per tutti. E perché il divertimento sia anche sicuro, torna il progetto “Notti” dell’AUSL di Parma.

Il camper dell’Unità di Strada con gli operatori dell’Azienda sanitaria e della cooperativa Eidè sarà presente a tanti di questi appuntamenti – soprattutto nei fine settimana – per educare i ragazzi al divertimento responsabile, fornire informazioni sui rischi dell’uso-abuso di alcol e sostanze e sulle malattie sessualmente trasmissibili. Etil test elettronico gratuito e distribuzione di etil test monouso sono alcune delle opportunità offerte. Uno spazio di comfort e di “decompressione” è garantito in diverse serate dalla zona “chill-out” in cui i ragazzi possono riposare e rifocillarsi prima di mettersi alla guida.

Il prossimo appuntamento con il progetto “Notti” è al Parco di S. Polo di Torrile alla rassegna estiva Parma Music Park sabato 28 giugno. Tutti gli aggiornamenti sulle tappe  saranno disponibili alla pagina  facebook.com/unitadistrada.parma e sul sito www.ausl.pr.it.

“La presenza in questi luoghi di aggregazione giovanile – spiega Barbara Cantarelli, coordinatrice dell’Unità di Strada dell’AUSL di Parma – è un’utile occasione per aprire un dialogo con i ragazzi, che possono trovare risposte qualificate, in modo riservato e al contempo informale, perché fuori dalle sedi dei servizi sanitari”.

Nell’estate 2018, il progetto “Notti” ha intercettato oltre 1.100 giovani, che hanno chiesto informazioni sui rischi relativi ad alcol e guida, preso materiale informativo su alcol e sostanze e sulla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili. Si sono sottoposti all’etil test elettronico  419 persone, di cui 251 giovani tra i 18 e i 29 anni.

“Tengo a sottolineare che la nostra attività – conclude la Coordinatrice – è svolta in accordo con gli organizzatori dei vari eventi e gestori dei locali, che quindi concorrono a garantire ai giovani occasioni di divertimento sicuro”.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *