30 Maggio 2018

Disturbi del comportamento a scuola, a Parma due giornate sul tema

Disturbi del comportamento a scuola, a Parma due giornate sul tema

Educatori e docenti hanno partecipato alle iniziative organizzate dal Comune


Nei giorni scorsi si è svolto un corso di studio e di approfondimento sul tema  “La gestione dell’evento problema nella sfera dei disturbi del comportamento” di alunni e studenti in ambito scolastico organizzato dal Comune di Parma settore Servizi Educativi con le cooperative Àncora Servizi e Aldia, che gestiscono il servizio di Integrazione Scolastica.

Due giornate di formazione integrata, quelle proposte, che hanno visto educatori scolastici e docenti insieme. Un’opportunità per affrontare e condividere un percorso di riflessione su un tema così attuale e sentito come la gestione dei disturbi del comportamento. Non solo teoria ma anche workshop differenziati per ordine di scuola per favorire una riflessione che rispecchi le specificità delle diverse fasce d’età.

L’evento si è aperto con una sessione plenaria intitolata: “Fragilità, difficoltà e disturbi del comportamento: chiavi di lettura e gestione condivisa” che ha visto gli interventi  di Simonetta Botti, presidente del Comitato tecnico Scientifico Cooperativa Àncora, di Donatella De Gaetano, direttrice dei servizi Cooperativa Aldia, di Roberto Abbati responsabile della Struttura Operativa Genitorialità Settore Sociale del Comune di Parma e di Emanuela Sani, dirigente medico, specialista in Neuropsichiatria infantile responsabile dell’UOS Integrazione Socio-Sanitaria Minori Direzione Attività socio sanitarie AUSL Parma. Relatore della sessione, Gianluca Daffi, docente presso l’Università Cattolica di Brescia e Milano, ideatore del metodo START, della figura dell’ADHD Homework tutor e direttore scientifico dell’associazione ADHD Rimini.

Il workshop sul tema “L’alunno sfidante in classe conoscerlo per gestirlo” è stato curato delle formatrici Irene Cambria, Martina Stavolo, Paola Cairoli e Alessandra Laboranti che hanno proposto un focus sui disturbi dei bambini e ragazzi che frequentano diversi ordini scolastici. 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *