14 Marzo 2019

Devasta la casa e picchia a sangue la convivente

Devasta la casa e picchia a sangue la convivente

La vittima riesce a chiedere aiuto solo due giorni dopo


Ha picchiato la convivente violentemente con calci, pugni e qualsiasi oggetto avesse tra le mani, come bastoni, assi di legno o di metallo, fino a provocarle lesioni e fratture costali multiple.

E’ quanto accaduto nella giornata del 5 marzo, dove, secondo la ricostruzione dei Carabinieri di Salsomaggiore Terme, la donna non voleva che il convivente, con cui aveva intrapreso una relazione 7 mesi prima, entrasse in casa.
L’uomo, infatti, per tutto il periodo della relazione, si era mostrato violento e la vittima, in un momento di disperazione, aveva anche tentato il suicidio.
Ma sfondando la porta d’ingresso, l’aggressore è riuscito ad entrare all’interno dell’abitazione e dopo aver messo a soqquadro la stanza e nonostante i tentativi della compagna di calmarlo, l’uomo ha iniziato a percuoterla e colpirla a calci e pugni e poi, non soddisfatto, anche con bastoni, assi di legno o di metallo e brandendo un coltello fortunatamente non utilizzato. A quel punto l’aggressore  ha permesso che la donna si medicasse, ma non le ha permesso di chiamare  il 118.
La vittima, in stato confusionale e a causa delle lesioni riportate, ha trascorso tutta la giornata del 6 marzo, dopo che l’uomo aveva lasciato l’abitazione, a letto, senza riuscire a chiedere aiuto.
E’ solo la mattina del 7 marzo che la donna riesce ad allertare i vicini di casa.
All’arrivo dei Carabinieri di Salsomaggiore Terme la donna è stata trovata adagiata su una lettiga del 118 con il volto tumefatto e la casa totalmente a soqquadro.
Trasportata al pronto soccorso, i sanitari hanno riscontrato lesioni guaribili in oltre 40 giorni.

I Carabinieri della Compagnia di Salsomaggiore Terme hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’uomo, gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia e di lesioni gravi.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *