11 Luglio 2016

Dalla Regione più di 2 milioni di euro per interventi della Protezione Civile

Dalla Regione più di 2 milioni di euro per interventi della Protezione Civile

Serpagli: ”Grande attenzione della Regione e dell’Assessore Gazzolo per il nostro territorio. La Provincia aprirà il cantiere di Cereseto in autunno.” I finanziamenti sono destinati a 14 interventi, tra cui la SP 66 di Compiano, Ponteghiara, il torrente Rovacchia in comune di Fontanellato  e soprattutto al nodo idraulico di Colorno.


 

La Giunta Regionale ha deciso in questi giorni di offrire un finanziamento di 2 milioni e 180 mila euro complessivi per il territorio parmense per gli interventi che si sono resi necessari dopo gli eventi meteorici di fine febbraio –  fine marzo 2016.

Il Delegato provinciale alla Viabilità Gianpaolo Serpagli si dimostra soddisfatto e afferma: ”Questo finanziamento è un ulteriore segno della grande attenzione della Regione verso il nostro  territorio ed è frutto della collaborazione che si è innescata da tempo, in particolare con l’Assessore Gazzolo,  e con la nuova Agenzia regionale per la Protezione civile vengono finalmente finanziati molti lavori, tra cui quelli sulla Provinciale 66 di Compiano a Cereseto, che risolveranno una problematica importante per il pendolarismo tra la montagna e Parma, e che contiamo di cantierizzare in autunno. Da segnalare anche l’intervento sul nodo idraulico di Colorno, che punta sulla prevenzione per la sicurezza del territorio, com’è nella mission della nuova Agenzia regionale.”

Dal comunicato stampa si legge che molte delle località interessate sono in collina: 50 mila euro andranno alla ricostruzione di difese spondali e ripristino delle sezioni libere di deflusso nel tratto del torrente Termina in località Stombellino in comune di Traversetolo e del rio Villanova in località le Mole in comune di Neviano Arduini; inoltre sono stati stanziati 200 mila euro per il consolidamento della frana che minaccia l’abitato di Gavazzo di Traversetolo, che saranno realizzati dall’Agenzia Regionale Protezione Civile; e ancora 70 mila euro, sempre a Neviano Arduini, per la messa in sicurezza dell’area cortilizia e del palazzo municipale minacciati dal dissesto (lavori che saranno realizzati dal Comune).

In montagna si finanziano gli interventi sulla SP 66 di Compiano a Cereseto con 140 mila euro, per mettere in sicurezza la carreggiata mediante palificata, lavori in carico alla Provincia; 22 mila euro sono destinati alla realizzazione della difesa spondale e opere di regimazione delle acque a difesa di fabbricati e infrastrutture varie a Scopolo di Bedonia; 50 mila euro serviranno per la messa in sicurezza del movimento franoso che interessa la strada comunale Trevignano – Sommogroppo in comune di Palanzano; 71 mila euro sono messi a disposizione per il ripristino e la messa in sicurezza della viabilità della strada comunale di Rigollo in comune di Pellegrino; 37 mila euro sono stati stanziati per il ripristino con realizzazione di scogliera con massi ciclopici a protezione della strada Fornace – Ozzanello e relativi sotto-servizi in comune di Terenzo, tutti lavori che saranno realizzati dai rispettivi Comuni.

Saranno invece realizzati a cura del Consorzio della Bonifica Parmense altri lavori urgenti per il ripristino della transitabilità finanziati in montagna su tre strade di bonifica: la S.Giustina – Roncole in comune di Bardi (20 mila euro), la Fugazzolo – Lasagna – Faidello – Salsonchio – Frazzano in comune di Berceto (20 mila euro) e la Scorza – Case Baccarini, ancora in comune di Berceto (40 mila euro).

Ci sono finanziamenti molto consistenti anche nella Bassa Ovest: 130 mila euro per gli interventi per la difesa delle sponde e il ripristino della stabilità del ponte a Ponteghiara, tra i comuni di Fidenza e Salsomaggiore e  100 mila euro sono stati destinati ai lavori urgenti per la messa in sicurezza dell’arginatura del torrente Rovacchia in località Cerro, in comune di Fontanellato.

La maggior parte della spesa, un milione e 230 mila euro, è assegnata ai lavori per la riduzione del rischio residuo e per il miglioramento del sistema difensivo del nodo idraulico di Colorno sui canali Lorno e Galasso e sul torrente Parma nei comuni di Colorno e Torrile, che saranno realizzati da Aipo.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *