6 Settembre 2019

Da ottobre via alle misure antismog. E si va anche a lezione

Da / 1 mese fa / news / Nessun commento
Da ottobre via alle misure antismog. E si va anche a lezione

“Lezioni antismog” nelle scuole della regione e una campagna di informazione e sensibilizzazione, anche sui social


Dal prossimo 1 ottobre tornano in Emilia-Romagna le misure per limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti. Obiettivo dei provvedimenti, che coinvolgeranno 30 Comuni dell’Emilia-Romagna, è migliorare la qualità dell’aria. Saranno affiancati da azioni di sensibilizzazione e informazione: una nuova campagna di comunicazione sui social, accanto alla tradizionale campagna “Liberiamo l’aria”, informerà i cittadini sulle regole da seguire per dare un taglio alle emissioni; nelle scuole si terranno “lezioni antismog”, per sensibilizzare gli studenti. E poi incontri formativi sulle biomasse per uso domestico e sulla mobilità ciclabile saranno dedicati ad amministratori e funzionari dei Comuni.

E continua la possibilità di richiedere gli ecobonus per la sostituzione dei veicoli più inquinanti: c’è tempo fino al 30 settembre per le domande dei privati; fino al 15 ottobre per quelle delle imprese. Il 31 dicembre scade il termine per beneficiare del bollo auto gratis per i veicoli ibridi.

In particolare, per quanto riguarda le misure di limitazione alla circolazione, dal primo ottobre, stop ai diesel fino all’euro 3, benzina fino all’euro 1 e ai ciclomotori pre-euro. I limiti, in via ordinaria, varranno dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 18,30, e nelle domeniche ecologiche (che saranno almeno 10 nell’arco di 6 mesi).

Sono state istituite inoltre 4 regole per la qualità dell’aria che varranno dall’1 ottobre fino al 30 marzo del prossimo anno: non possono circolare i veicoli benzina pre-euro e euro 1, diesel fino a euro 3 compreso e cicli e motocicli pre-euro nei 30 Comuni che hanno aderito al Pair 2020; è in vigore lo stop all’utilizzo di caminetti, stufe a legna o pellet per il riscaldamento domestico di classe 1 e 2 stelle negli immobili civili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico, che si trovino in tutto il territorio regionale sotto i 300 metri di altitudine e nei Comuni oggetto di infrazione per la qualità dell’aria; scattano le “misure emergenzialiquando si supera il limite di PM10 per 3 giorni consecutivi; tutte le informazioni su Pair2020, norme, ordinanze dei Comuni sulle limitazioni alla circolazione, regole per l’uso di biomasse, nonché i Bollettini sull’allerta smog sono disponibili online.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *