29 luglio 2015

Da Cuba alla scoperta del Sistema Parma

Da Cuba alla scoperta del Sistema Parma

Nel programma è prevista la visita ad ALMA e a SSICA


Il Tavolo PARMAforEXPO stamattina ha accolto a Parma una delegazione istituzionale proveniente da Cuba: l’incontro, organizzato in collaborazione con UNIDO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale, è stato l’occasione per comprendere le reali opportunità di business per il Sistema Parma nell’isola caraibica, dopo la caduta dell’embargo e la normalizzazione delle relazioni internazionali. Della delegazione fanno parte Orlando Hernández Guillén, Presidente della Camera di Commercio della Repubblica di Cuba; Silvia Alvarez Rossell, Rappresentante Permanente presso le Organizzazioni Internazionali FAO – Food and Agriculture Organization, IFAD – International Fund for Agricultural Development e WFP – World Food Programme; Alexis Toirac Pereira, Direttore Generale dell’Impresa di Caffè e Cacao di Baracoa; e Maria Cristina Jorge Cabrera, Direttrice dell’Istituto di Ricerca per l’Industria Alimentare e Direttrice della Scuola Latinoamericana e dei Caraibi di Cioccolateria, Pasticceria e Confetteria. 

Ad accelerare il percorso d’integrazione di Cuba nell’economia globale e a rendere l’isola caraibica una destinazione per futuri investimenti è stata la Ley de Inversion Extranjera: questa normativa, approvata poco più di un anno fa, definisce una serie di incentivi fiscali per le società estere che intendano avere una presenza diretta nel Paese. Sono oltre 200 i progetti di investimento che il Governo cubano considera prioritari.

Al termine dell’incontro la delegazione cubana si è recata  in visita a due eccellenze del nostro territorio: ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, di cui è Rettore Gualtiero Marchesi, considerata il più autorevole centro di formazione al mondo sulla cucina italiana, con partnership attive con 20 Scuole internazionali. E SSICA – Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari, che promuove il progresso scientifico e tecnico dell’industria conserviera italiana per i settori frutta, ortaggi, carni e pesce attraverso attività di ricerca applicata, consulenza, formazione e divulgazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *