2 Febbraio 2018

Corte di Giarola, nuovi spazi destinati ad attività didattiche e sociali

Corte di Giarola, nuovi spazi destinati ad attività didattiche e sociali

Il progetto prevede la realizzazione di un laboratorio agroalimentare e di uno spazio per ospitare le famiglie o le persone in difficoltà, all’interno dell’ex caseificio nell’ala nord ovest. Il costo dell’intervento ammonta a 553mila euro


L’ex caseificio situato all’interno della Corte di Giarola verrà trasformato in laboratorio di educazione agroalimentare e in uno spazio di ospitalità solidale a disposizione di famiglie o persone in difficoltà.

Il progetto prevede la messa in atto di lavori di risanamento conservativo e di sistemazione che interessano in particolare l’area nord ovest della Corte.  Verranno regolati e migliorati i portici adiacenti all’ex caseificio e l’area esterna a nord della corte e del cancello d’ingresso. L’intervento è fondamentale in quanto l’obiettivo è quello di completare le funzioni didattico-educative di tale area, nella quale sono già presenti i Musei della Pasta e del Pomodoro.

L’intervento costerà 553mila euro finanziati con risorse del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 che ammontano a 463mila euro, cui si aggiungono i 60mila di risorse dall’Ente di Gestione dei Parchi del Ducato e i 30mila del Comune di Collecchio che serviranno per il completamento dei locali, arredi e attrezzature.

Al piano terra dell’ex caseificio, chiuso negli anni ’70, verranno allestiti spazi didattici e laboratoriali: una biblioteca, laboratori in cui approfondire i temi legati all’educazione alimentare e all’agrobiodiversità, con zone riservate alla preparazione dei cibi. Inoltre saranno realizzati spazi di ospitalità e pernottamento solidali per famiglie e persone in difficoltà e un punto di aggregazione per lo sport per i cicloturisti, i bikers o coloro di passaggio a piedi, la cui presenza è sempre più assidua all’interno della Corte.

Alla presentazione, che ha avuto luogo nell’auditorium della corte di Giarola, hanno preso parte il sindaco di Collecchio Paolo Banchi, il presidente dei Parchi del Ducato Agostino Maggiali, l’assessora regionale all’Agricoltura, caccia e pesca della Regione Simona Caselli e il deputato Pd e ricandidato Giuseppe Romanini.

Lo scopo è quello di valorizzare gli ambienti della Corte di Giarola, situato nel parco fluviale del Taro, e di destinarli a servizi culturali e ad obiettivi sociali.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *