31 marzo 2017

CoPadOr, si riparte dopo la ritrovata unità dei soci

CoPadOr, si riparte dopo la ritrovata unità dei soci

Romanini (PD): “Sviluppi positivi, ora avanti con l’iter concordatario. Il tribunale faccia in fretta”


Un risultato positivo e non scontato per il quale vi è stato un impegno deciso di tutti gli attori coinvolti, dai soci agli agricoltori, dai lavoratori ai fornitori, alle rappresentanze istituzionali. L’obiettivo comune era e resta la continuità produttiva dello stabilimento di Collecchio”, così il deputato Pd Giuseppe Romanini, componente della Commissione Agricoltura della Camera.

 “La ritrovata unità dei soci ha consentito, negli ultimi passaggi, di assumere decisioni importanti e condivise che muovono nella logica del concordato in continuità e che creano le condizioni per l’avvio della campagna del pomodoro 2017. Dirimente rimane, ora, il fattore tempo” – ha ricordato Romanini – “Mi appello ai commissari e al tribunale fallimentare, che sino ad oggi hanno operato in sinergia, con efficacia e rapidità perché si concentri ogni sforzo affinché la procedura prevista dal piano concordatario consenta rapidamente l’effettivo rilancio di CoPadOr”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *