16 ottobre 2015

Rifiuti: Le Guardie ecologiche come i Nonni Vigile?

Rifiuti: Le Guardie ecologiche come i Nonni Vigile?

Da sei mesi le GEV non fanno più i controlli per i corretti conferimenti dei cittadini. Servizio affidato a Iren con sei operatori, che adesso si occupa anche di multare i cittadini


“Non c’è nessuna divergenza politica, perché condividiamo gli stessi obbiettivi, purtroppo ci sono state chieste delle rendicontazioni per noi troppo impegnative e abbiamo fatto le nostre osservazioni, quindi stiamo aspettando le risposte e attendiamo che la situazioni si sblocchi, speriamo che questo accada presto, entro un mese”.

Francesco Dradi di Legambiente conferma che le Guardie ecologiche volontarie che fino all’aprile scorso si occupavano di controllare se i cittadini avevano svolto correttamente la raccolta differenziata, per ora sono ferme, sostituite da personale messo a disposizione da Iren. Che ora dunque si occupa di gestire l’inceneritore, la raccolta differenziata e il suo controllo dei sacchetti dell’immondizia.

Tutto è iniziato sei mesi fa quando, come accaduto per i nonni vigile con il settore della sicurezza, l’assessorato all’ambiente ha richiesto una forma diversa di rendicontazione del servizio notturno di controllo e sanzione dei conferimenti errati (pagato alcune migliaia di euro all’anno), ma questa volta senza contestare il pregresso. Le Guardie Ecologiche Volontarie, che svolgevano il servizio insieme a tre dipendenti della polizia ambientale del Comune di Parma hanno valutato le richieste e le hanno ritenute per ora non compatibili con la loro organizzazione e hanno fatto delle controproposte.

“Da allora stiamo aspettando delle risposte dall’Assessore Folli”, ha detto sempre Dradi. Nel frattempo il Comune ha pensato di ingaggiare Iren, anche per questo servizio, che mette a disposizione sei persone che si affiancano sempre i tre dipendenti del Comune. Le Guardie Ecologiche Volontarie attendono fiduciose, i nonni vigile hanno dovuto aspettare due anni, per ora siamo a sei mesi. E poi a marzo lo stesso Folli dichiarava a proposito delle GEV: “Ritengo fondamentale il lavoro svolto dai volontari, che prestano il loro tempo libero per migliorare i processi che riguardano la vita di tutti noi”

Nel link  le immagini rdel Comune che ha registrato lo scorso anno episodi di inciviltà successivamente sanzionati. Le sanzioni vanno da

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *