6 Giugno 2016

CONTROLLI RACCOLTA DIFFERENZIATA. 12 SANZIONI

CONTROLLI RACCOLTA DIFFERENZIATA. 12 SANZIONI

I controlli, che si sono concentrati sul residuo, riguardavano via Zarotto, quartiere Lubiana e tre vie del centro. I più indisciplinati i residenti di via Corso Corsi con 7 sanzioni, poi quelli di via Zarotto con 5. Questa settimana controlli nel quartiere Cittadella


Dodici sanzioni sono state comminate nell’ambito dei controlli sul corretto conferimento dei rifiuti nel quartiere Lubiana e in Centro Storico, nel corso degli ultimi controlli effettuati. I controlli hanno riguardato, in particolare via Zarotto, nel quartiere Lubiana, e tre vie del Centro Storico: via Corso Corsi, borgo Valorio e via Dalmazia, per un potenziale totale di 895 utenti ed hanno visto la presenza del sindaco, Federico Pizzarotti, e dell’assessore all’ambiente Gabriele Folli. I controlli si sono concentrati sul residuo. I più indisciplinati sono risultati i residenti di via Corso Corsi dove sono state elevate 7 sanzioni, al secondo posto quelli di via Zarotto con 5 sanzioni. Nessuna sanzione invece in borgo Valorio e via Dalmazia, dove, per altro, è stato rilevato un contenitore esposto in giornata errata. Sono proseguiti i controlli sui kit non ritirati, in tutto 136 utenti sono stati invitati a ritirarli prontamente.

Questa settimana i controlli interesseranno il quartiere Cittadella. I controlli in materia di raccolta differenziata dei rifiuti hanno come obiettivo quello di scongiurare gli abbandoni e intendono correggere i comportamenti sbagliati in tema di conferimento dei rifiuti stessi. Da circa dieci mesi i vigili ambientali del Comune e il personale di Iren hanno avviato azioni di controllo sistematico nelle diverse zone della città per verificare tempi e modalità di esposizione dei rifiuti, sanzionare i comportamenti irregolari e fare formazione. Nello specifico, i casi di conferimenti scorretti vengono segnalati tramite adesivi affissi su contenitori o sacchi e, se possibile, cercando un contatto con il proprietario ai fini di una corretta informazione, prima di procedere eventualmente a sanzionare gli utenti per cui è stata rilevata un’infrazione.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *