30 Luglio 2015

Consiglio Provinciale: il punto sul riordino istituzionale

Consiglio Provinciale: il punto sul riordino istituzionale

Le azioni da mettere in campo per candidare “Parma città gastronomica nella lista Unesco”


 

Seduta estiva del Consiglio Provinciale con all’ordine del giorno una serie di argomenti, interrogazioni e delibere. In esordio di seduta, le interrogazioni del consigliere Giuseppe Conti in merito alla moria di pesci riscontrata nel torrente Ceno; alla candidatura di Parma come città creativa per la gastronomia nella Lista Unesco con la richiesta di quali azioni può promuovere la Provincia per favorire la candidatura; al rischio di chiusura della Scuola@Bardi dove i ragazzi seguono lezioni on line e in videoconferenza. Infine il Consigliere Conti ha chiesto chiarimenti in ordine alle nomine di TEP e Smpt dichiarando di averle apprese solo a mezzo stampa.

Alle interrogazioni ha risposto il Presidente Filippo Fritelli rinviando alcune risposte agli uffici competenti. Su Parma “Città della gastronomia” ha dichiarato la disponibilità ad effettuare approfondimenti per mettere in campo azioni utili per promuovere la candidatura.

Sulle nomine TEP il Presidente Fritelli ha ribadito che in Consiglio provinciale sono state votate le modifiche dello Statuto con il passaggio del Consiglio d’amministrazione da cinque a tre componenti: “Ci sono state molte riunioni e confronti sul tema e la quadratura sui nomi si è trovata negli ultimi giorni con il comune di Parma, socio al 50%. In Smtp si è decisa la riconferma Pierdomenico Belli (che ha già fatto due mandati da presidente) considerata la gara imminente e la prossima unificazione con l’agenzia di Piacenza”.
Il Consigliere Paolo Bianchi ha effettuato una comunicazione sulla legge di riordino approvata dall’Assemblea Legislativa regionale il 28 luglio 2015: “Entro la fine del 2015 deve essere costituito l’assetto delle aree vaste interprovinciali. Dal punto di vista tecnico sta continuando il lavoro per definire il personale che andrà sulle funzioni delegate della Regione e quello che rimarrà alle Province. In agosto la Provincia di Parma andrà al tavolo regionale per un confronto specifico: ci stiamo avviando a un assetto, finalmente, definito sulla questione del personale”.

Infine il Consiglio approva la stipula di una Convenzione con il Comune di Montechiarugolo per un intervento relativo alla costruzione di un nuovo centro commerciale che interessa un tratto di strada provinciale.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *