6 Giugno 2017

Confconsumatori e Bodoni: insieme per educare all’uso del denaro

Confconsumatori e Bodoni: insieme per educare all’uso del denaro

I dati Ocse confermano l’esigenza di potenziare l’educazione finanziaria in Italia: al Bodoni un progetto specifico dal prossimo anno scolastico


Confconsumatori e l’Istituto Tecnico Economico Bodoni lavoreranno insieme per promuovere, a partire dal prossimo anno scolastico, iniziative di educazione finanziaria ed economica, una collaborazione nata per colmare il divario dell’Italia in tema di alfabetizzazione finanziaria rispetto ad altri Paesi, confermato dall’ultima indagine Ocse pubblicata a fine maggio.

L’INDAGINE OCSE – Alla fine di maggio sono stati presentati a Parigi i risultati della seconda indagine Ocse-Pisa (Programme for International Student Assessment) sulle competenze finanziarie, relativi alla rilevazione 2015 effettuata su un campione di quindicenni di 15 Paesi. Benché l’Italia abbia migliorato, tra il 2012 e il 2015, i risultati medi, in materia di alfabetizzazione finanziaria siamo ancora leggermente inferiori alla media dei Paesi presi in esame. Pur con la dovuta cautela, nel confronto tra gli esiti delle due rilevazioni, il punteggio dei quindicenni italiani è stato di 483, contro il 466 del 2012. Inoltre, aumenta di ben 4 punti percentuali il numero di studenti italiani i cui risultati si collocano al Livello 5 di competenza, il più alto. Erano il 2% nel 2012, sono il 6% nel 2015.

“In Italia gli interventi di educazione finanziaria datano ormai da circa un decennio – dichiara Luciana Donelli Dirigente scolastico del Bodoni – Promossi da Istituzioni pubbliche e private e rivolti a target diversi, hanno sofferto, in particolare, dell’assenza di una cabina di regia che ne potesse garantire una maggiore standardizzazione. Le cose sono forse destinate a cambiare grazie alla recente approvazione dell’art. 24 bis della legge 15/2017, che per la prima volta introduce nel nostro Paese delle “Disposizioni generali concernenti l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale”. È in questo spirito che si inserisce il recentissimo accordo tra l’Istituto Bodoni e Confconsumatori con il quale i due partner si prefiggono di promuovere, dal prossimo anno scolastico, iniziative di educazione finanziaria ed economica”.

“Da anni lottiamo per la tutela dei risparmi “traditi” e per imparare a usare meglio il denaro – commenta Mara Colla, Presidente di Confconsumatori – Siamo convinti dell’urgenza di avviare progetti efficaci di educazione finanziaria, a partire dalle scuole superiori e che, possibilmente, proseguano anche dopo il diploma accompagnando i giovani nella gestione corretta del bilancio mensile sia durante gli studi, sia nell’ingresso nel mondo del lavoro. La collaborazione con l’Istituto Bodoni, che già da anni è impegnato sul fronte dell’educazione economica e finanziaria delle nuove generazioni, è per noi un’occasione preziosa, di cui ringraziamo la Preside e il corpo docenti”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *