31 Dicembre 2017

Concerto di Fedez, le disposizioni per garantire la sicurezza pubblica

Concerto di Fedez, le disposizioni per garantire la sicurezza pubblica

Divieti e accessi limitati, le indicazioni del Comune per partecipare alla serata dell’ultimo dell’anno in piazza Garibaldi


 

Disposizioni per residenti, avventori ed esercizi commerciali. In vista del concerto di Fedez, in programma in piazza Garibaldi per festeggiare l’ultimo dell’anno, il Comune ha dato indicazioni per garantire la sicurezza pubblica.

IL PROGRAMMA
La festa in piazza inizierà alle 22.30 con Giad, alias Luca Giudici, giovane e promettente dj parmigiano. Alle 23.45 il microfono passerà a Fedez, che dopo il countdown e il brindisi della mezzanotte darà vita a un live tra vecchi successi e nuove canzoni. A seguire, fino alle 2.30, spazio ai ritmi di dj Chiamu, ovvero Francesco Chiamulera.

Piazza Garibaldi sarà chiusa dalle 14.00 alle 20.00 di domenica 31 per consentire la bonifica dell’area, disposta dalle Forze dell’Ordine. Durante questa fascia oraria, o comunque per tutta la durata della bonifica, ai residenti sarà consentito entrare e uscire dall’area tramite il solo accesso situato in via Farini. Viste le necessarie attività delle Forze dell’Ordine, si consiglia di limitare per quanto possibile gli spostamenti a quelli effettivamente indispensabili.

Dallo stesso ingresso di via Farini potranno accedere alla piazza anche coloro che hanno prenotato il cenone di Capodanno nei  locali che si trovano nell’area interessata dal concerto.

 Chi accede all’area del concerto dà il proprio consenso ad essere sottoposto ai controlli di polizia da parte del personale preposto agli accessi.

I residenti e gli avventori che desiderano ricevere ulteriori informazioni possono contattare il numero verde della Polizia Municipale: 800.977994.

Alle 20.00 il pubblico potrà accedere all’area del concerto tramite gli accessi da via Cavour e da Piazza della Steccata. Su via Cavour e via Garibaldi, all’altezza di via Dante Alighieri, saranno posizionati i punti di controllo, presidiati dalle Forze dell’Ordine e dal personale della sicurezza, per evitare che nell’area vengano introdotte lattine, bottiglie, fuochi d’artificio o altri oggetti pericolosi.

Dai punti di controllo e dagli ingressi all’area del concerto sarà possibile il conteggio delle persone che accedono alla piazza, che – come da prescrizione della Commissione di Vigilanza Provinciale – non potranno essere più di 7.815 effettivi.

Per agevolare il pubblico, nei punti di controllo saranno installati dei display che mostreranno in tempo reale quale sia la situazione dell’affluenza e quanti posti siano ancora disponibili. Il sistema di contapersone consente altresì di calcolare il numero di chi abbandona l’area del concerto, permettendo nuovi ingressi.

All’interno dell’area del concerto saranno istituite due punti destinati al pronto soccorso, una pedana riservata alle persone con disabilità e tre zone attrezzate con servizi igienici. Le uscite da utilizzare in caso si voglia lasciare la piazza durante il concerto sono i portici nord di via Mazzini e l’apposita corsia su via Cavour. Alla fine del concerto si potranno utilizzare anche le uscite di via Mazzini e via Repubblica.

DIVIETO DI INTRODURRE OGGETTI

Emessa anche l’Ordinanza che prevede nell’area complessiva destinata al concerto il divieto di introdurre una serie di oggetti. Ecco l’elenco:

  • Valige, borse, zaini con capienza superiori a 10 lt
  • Bombolette spray di qualsiasi tipo;
  • Trombette da stadio;
  • Armi da sparo (anche per coloro in possesso di porto d’armi per difesa personale) ed oggetti contundenti di qualsiasi tipo, strumenti da punta e taglio, caschi;
  • Catene;
  • Sostanze stupefacenti;
  • Lattine, borracce, bottiglie ad eccezione delle bottigliette di plastica da 0,5 lt senza tappo;
  • Animali di qualsiasi genere;
  • Bastoni per selfie, treppiedi;
  • Ombrelli con punta, mazze, aste;
  • Strumenti musicali e di amplificazione sonora;
  • Penne e puntatori laser;
  • Droni;
  • Biciclette; skateboard, pattini, overboard;
  • Artifici pirotecnici, petardi di qualunque tipo, fumogeni, razzi illuminanti e da segnalazione, sostanze maleodoranti e irritanti di qualunque tipo;

Sarà invece possibile introdurre:

  • Medicinali con prescrizione del medico (es. insulina, antidolorifici, antibiotici);
  • Stampelle o tutori (con certificato medico);
  • Sigarette elettroniche;
  • Accendini;
  • Ombrelli senza punta (formato pocket)

DIVIETO DI SOMMINISTRAZIONE BEVANDE ALCOLICHE
Limiti sono stati imposti per la somministrazione di bevande. All’interno del perimetro V.le Mariotti, V.le Toschi, V.le Bottego, P.le Dalla Chiesa, Via Monte Altissimo, Str. Garibaldi fino ad intersezione con V.le Mentana, V.le Mentana, V.le S. Michele. S.ne Martiri della Libertà, V.le Berenini, V.le Basetti, V.le Toscanini è vietata la somministrazione per asporto di bevande superalcoliche con gradazione superiore a 21° contenute in contenitori di qualunque specie e materiale, fatta eccezione per la sola somministrazione al tavolo effettuata congiuntamente al pasto.

Agli esercenti attività di somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti), attività commerciali in sede fissa e in forma ambulante e attività artigianali di produzione e vendita di beni alimentari operanti all’interno del perimetro è fatto quindi il divieto assoluto di somministrazione e vendita di bevande ed alimenti in contenitori di vetro e di alluminio di qualunque genere, prevedendo in sostituzione la somministrazione/vendita in contenitori di carta/plastica, fatta salva la somministrazione effettuata congiuntamente al pasto ad avventori seduti ai tavoli dei pubblici esercizi per il periodo di durata della manifestazione.

Agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande operanti all’interno dell’area complessiva destinata al concerto (Piazza Garibaldi, Piazzale della Steccata, Strada Farini fino all’intersezione con Via Nazario Sauro, Via Mazzini fino all’intersezione con Via Garibaldi, Strada della Repubblica fino all’altezza della Chiesa di S. Vitale, Strada Cavour, Piazzale Cesare Battisti, Via Mameli), il divieto di posizionare erogatori di bevande alla spina all’esterno dei locali di esercizio, nonché stufe, lampade, funghi riscaldanti, o qualunque altra fonte di calore esterna; i medesimi, qualora utilizzati all’interno dei locali dovranno essere impiegati nel rispetto delle vigenti indicazioni tecniche di prevenzione incendi rese dal Ministero degli Interni e dalle altre autorità competenti.

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *