15 Settembre 2016

Cingi&Campari: magazzino all’asta per 80mila euro

Cingi&Campari: magazzino all’asta per 80mila euro

Prodotti id vario genere e tutti rigorosamente in plastica messi in vendita per saldare parte dei debiti dell’azienda


L’asta si aprirà nei prossimi giorni. Per aggiudicarsi l’intero magazzino della Cingi&Campari occorrerà una base di 80mila euro. Capi d’abbigliamento, accessori per lo sport, oggetti casalinghi, attrezzi per il giardinaggio e molto altro ancora, messi all’asta per coprire una parte dei debiti della Cingi&Campari, storico emporio di Parma, chiuso un paio di anni fa con l’avvio di un concordato con i creditori. A gestire la vendita è l’Istituto Vendite Giudiziarie di Parma.

Un’ impresa nata nel lontano 1955, che ha servito Parma per decenni. Un nome noto a tutti non solo per la varietà di articoli trattati ma soprattutto per la particolarità di essere tutti prodotti rigorosamente in plastica. I problemi della Cingi&Campari iniziano nel 2003, quando un violento incendio distrugge tutto il magazzino. Da qui la crisi, con la trasformazione in outlet, insufficiente a salvare l’attività.

A luglio 2014 viene chiesto il concordato sui debiti. A gennaio di quest’anno l’omologa della proposta. Adesso prende avvio la vendita di tutti i beni rimasti, per pagare solo una piccola parte di quanto sarebbe spettato ai creditori.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *