30 Novembre 2016

Ciclisti al buio: il 70% viaggia senza le dovute precauzioni

Ciclisti al buio: il 70% viaggia senza le dovute precauzioni

Le percentuale è emersa grazie ai posti di blocco gestiti dall’organizzazione Fiab-Bicinsieme Parma

Il rapporto ciclisti automobilisti, si sa, non è dei più idilliaci, soprattutto per il fatto che nella maggior parte dei casi nessuna delle due parti in causa rispetta le regole base per una giusta circolazione. Alta velocità, mancate precedenze, clacson di troppo da una parte, viaggiare in mezzo alla strada e non al bordo della carreggiata dall’altra.

Sono tanti i punti che sia i ciclisti sia gli automobilisti non rispettano, ma c’è un dato per i conducenti dei mezzi a due ruote recentemente rilevato che inquieta abbastanza. In seguito ai posti di blocco stanziati da Fiab-Bicinsieme Parma, infatti, è stato osservato che circa il 70% viaggia “al buio”, cioè senza le luci anteriori e posteriori obbligatorie di notte e senza indossare il giubbotto catarinfrangente, che potrebbe essere un’altra valida soluzione nonostante non sia il capo di abbigliamento più bello dal punto di vista estetico. Facendo così, le biciclette rischiano di essere molto pericolose, dato che ci si accorge solamente all’ultimo secondo della loro presenza.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *