18 luglio 2018

Chiesti due punti di penalità per il Parma. La Serie A ora è a rischio

Chiesti due punti di penalità per il Parma. La Serie A ora è a rischio

La Procura Figc propone in subordine 6 punti da scontare nel prossimo campionato. Per Calaiò invece si chiedono 4 anni di squalifica


La Procura Figc ha usato la mano pesante sul caso Parma. Per la squadra ducale sono stati richiesti due punti di penalizzazione per il campionato di B appena concluso, che potrebbero essere commutati in sei punti in meno nel prossimo campionato, se alla fine la Corte decidesse di non cambiare l’assetto della Serie A. Durissime le richieste anche per Calaiò. Per il trentaseienne attaccante siciliano si prospettano 4 anni di squalifica e 50 mila euro di ammenda.

Il Parma piomba così nell’incertezza. Le pesanti richieste potevano essere intuite, le richieste della Procura sono da molto tempo sempre severe, tuttavia per ora è l’unico dato e la Corte dovrà decidere se sconfessare in toto la richiesta dell’accusa oppure ammorbidirla. O nella peggiore delle ipotesi accettarla. In questo caso la società ducale dovrà tentare il ricorso, perchè le due opzioni proposte dal procuratore Tornatore sono ambedue gravissime. Nel primo caso, con due punti di penalizzazione da scontare nella classifica finale di B del 2017-2018, si vedrebbe il Parma scivolare al quarto posto in classifica, con promozione del Palermo, terzo e finalista dei play off. Nella seconda opzione si preannuncerebbe un campionato in A durissimo, tenendo conto anche delle difficoltà che da alcune stagioni le squadre neopromosse stanno incontrando nella disputa del campionato d’esordio: sei punti sono una voragine, in un contesto in cui le sorti si delineano spesso solo all’ultima giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *