9 Febbraio 2017

Procura, Parma poco al sicuro. In aumento furti in casa e rapine

Procura, Parma poco al sicuro. In aumento furti in casa e rapine

I dati si riferiscono al periodo 2013-2016. In aumento anche le denunce per stalking e i reati ambientali


La procura di Parma ha diffuso i dati per quanto i riguarda i reati occorsi a Parma nei quattro anni dal 2013 al 2016. Dati che fanno paura soprattutto perché vengono violate quelle che dovrebbero essere le zone di maggiore tranquillità in cui le persone dovrebbero sentirsi, come la casa, ad esempio. Infatti, i furti in casa sono aumentati dai 62 del 2013 ai 90 del 2016, segno che i ladri d’appartamento trovano terreno fertile nelle abitazioni dei parmigiani. Un altro segnale che mina la quotidianità è quello delle rapine in quanto si è passato da 62 episodi nel 2013 a 102 nel 2016, sebbene il picco sia stato raggiunto nel 2014 con 107 casi.

Due dati altrettanto significativi riguardano le denunce per stalking e le lesioni colpose per violazioni delle norme sulla circolazione stradale e sugli infortuni sul lavoro. Aumenti importanti, visto che sono stati rilevati nello scorso anno 145 stalker, in confronto con gli 84 del 2013.  Dall’altro lato, se da una parte sono diminuiti gli omicidi colposi per violazioni stradali o lavorative, sono aumentate invece le lesioni che, sebbene siano meno gravi, sono comunque aumentate da 52 a 102, quasi il doppio.
Altro numero che occorre sottolineare è quello dei reati ambientali, che dall’unico caso di quattro anni fa, nel periodo preso in considerazione sono diventati 45 nell’ultimo anno. In controtendenza, con un calo decisamente evidente, troviamo i reati di usura e bancarotta.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *