26 Dicembre 2015

Centro Sportivo di via Grenoble: a breve la ristrutturazione

Centro Sportivo di via Grenoble: a breve la ristrutturazione

Ad inizio 2016 sarà indetta la gara per la riqualificazione dell’impianto sportivo “Marco Boschi” di via Grenoble (ex inter Club)


Con la determina dirigenziale 3225 del 24 dicembre si conclude l’iter che dovrà portare alla riqualificazione di un altro importante spazio sportivo della città. Si tratta dell’impianto “Marco Boschi” di via Grenoble, nell’area nord di Parma, presso via Mantova.

L’impianto sportivo fu realizzato  negli anni Ottanta dai volontari dell’Inter Club e oggi versa in condizioni precarie. Inserito nella programmazione  triennale dei lavori pubblici 2015-2017 lo studio di fattibilità è stato deliberato lo scorso luglio dalla Giunta prima e dal Consiglio nella giornata del 30. Per l’intervento sono stati stanziati 200 mila euro (160 mila per i lavori a corpo), di cui 20 saranno prelevati dall’annualità 2015 e la restante parte andranno a bilancio 2016.
Espletati i percorsi approvativi con la determina dirigenziale del 24 dicembre a firma Silvano Carcelli, si stabiliscono anche i criteri di gara, che sarà al massimo ribasso. L’appalto sarà quindi affidato alla ditta che in fase di gara sarà stata in grado di proporre il prezzo più basso. Non è ancora stata decisa la data di pubblicazione del bando, che presumibilmente sarà nelle prime settimane dell’anno.
I lavori previsti consistono nella demolizione e successivo rifacimento del corpo spogliatoi, magazzini servizi ed ufficio, con i relativi apparati impiantistici. Tutti i fabbricati esistenti saranno demoliti e la nuova struttura sarà realizzata in elementi componibili prefabbricati, con struttura in ferro zincato preverniciato; anche i tamponamenti esterni saranno realizzati con pannelli preverniciati con interposto isolamento in poliuretano espanso; all’interno della struttura troveranno spazio gli spogliatoi, i servizi, il magazzino e l’ufficio.
Sulla copertura finanziaria dell’intervento lo scorso maggio il Consigliere Comunale Ghiretti aveva lanciato una pesante accusa all’Amministrazione Comunale, perchè si era lasciata sfuggire l’opportunità di fruire un contributo regionale di ben 80 mila euro (a conti fatti, il 50% del valore dell’intervento a corpo) per non aver presentato domanda in tempo.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *