13 Luglio 2016

Centro servizi Pablo. Dall’1 luglio alla gestione di Asp Ad Personam

Centro servizi Pablo. Dall’1 luglio alla gestione di Asp Ad Personam

Il centro servizi è composto dagli spazi collettivi Pontirol Battisti che conta 17 posti  ed Olivieri che ne conta 20.  A svolgere le attività una nuova équipe di lavoro, composta da dipendenti pubblici con responsabile Patrizia Vaccari


Dal primo luglio 2016, il Centro servizi Pablo è passato alla gestione diretta di Asp Ad Personam, che ha destinato alle relative attività una nuova équipe di lavoro di una decina di unità, composta interamente da dipendenti pubblici, con Responsabile Patrizia Vaccari.

Il Centro servizi Pablo si compone degli spazi collettivi Pontirol Battisti ed Olivieri, con sede nelle omonime vie, servizi semiresidenziali diurni di incontro e socializzazione, destinati ad anziani e ad adulti con un lieve grado di autosufficienza. Il centro servizi Pontirol Battisti conta 17 posti e l’Olivieri 20 posti. Al Pontirol Battisti sono pure 20 alloggi per anziani o adulti con patologie assimilabili a quelle geriatriche, in spazi singoli o doppi. Il centro Olivieri si colloca all’interno di un complesso di alloggi Acer.

Le due strutture sono già di proprietà di Ad Personam, che negli ultimi anni aveva preferito affidarle a cooperative: “Ringrazio la cooperativa Ancora ad i suoi operatori per il servizio reso nel Centro servizi Pablo dal 2010 ad oggi – afferma Stefania Miodini, Direttore Generale di Ad Personam –. Abbiamo scelto di tornare alla gestione diretta per recuperare e potenziare la funzione pubblica che viene ora riconosciuta anche come naturale continuazione delle aspirazioni di una comunità”.

La novità del Pablo rientra in un più ampio piano di potenziamento e differenziazione dei servizi gestiti dall’Azienda alla persona di Parma, iniziato con il ritorno alla gestione diretta della residenza I Lecci a Villa Parma l’anno scorso e con l’assunzione dal Comune di Parma della struttura di alloggi per persone e famiglie in condizione disagiata in via Firenze nel maggio scorso. Un processo che proseguirà nei prossimi mesi, quando Ad Personam potrebbe ampliare ulteriormente il proprio perimetro.

“La diversificazione dei servizi – spiega ancora Stefania Miodini – conferisce all’Asp una maggiore solidità e offre ai dipendenti possibilità di impiego in compiti diversi, particolarmente importante in una realtà come la nostra, dove non mancano mansioni anche pesanti, difficili da sostenere per l’intera carriera, così come offre la possibilità di valorizzare al meglio le capacità disponibili”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *