22 dicembre 2016

Centro massaggi a luci rosse, patteggiati 2 anni e 9 mesi

Centro massaggi a luci rosse, patteggiati 2 anni e 9 mesi

I due coniugi, gestori della struttura in strada dei Mercati, erano stati fermati lo scorso febbraio


Esternamente era un “centro massaggi”, ma entrando si trovava molto altro. Con l’accusa di gestione di casa di prostituzione e reclutamento e sfruttamento aggravati della prostituzione, due coniugi di origine cinese – 37anni il marito e 29 la moglie – hanno patteggiato due anni e nove mesi di reclusione davanti al gup. E a tradirli è stato un bigliettino pubblicitario.

La coppia gestiva il “centro massaggi” in strada del Mercati, dove pare abbiano lavorato diverse giovani ragazze cinesi – tra i 24 e i 28 anni. Sembra che siano quattro quelle alternatisi nell’ultimo anno, e tutte istruite e avviate all’attività a luci rosse dalla stessa proprietaria.

In manette, dunque, la coppia orientale, arrestata già lo scorso febbraio. Ma sulla donna grava un’ulteriore imputazione, da cui derivano 15 giorni di reclutamento in più rispetto al marito. Si tratta di sostituzione di persona, con falsa dichiarazione delle proprie generalità, per l’intestazione di un contratto per la fornitura di energia elettrica per un altro centro massaggi, a Fiorenzuola d’Arda, anche questo messo sotto sequestro in concomitanza con quello di strada dei Mercati. Un’attività, quella della ragazza, quindi, che andava anche oltre la provincia di Parma.

Tra un massaggio e una carezza gli affari andavano più che bene, finché nelle mani dei carabinieri del Nas giunse un bigliettino pubblicitario con su scritto un numero di cellulare: lo stesso che si trovava su un sito di incontri erotici. Da qui i primi sospetti e l’inizio delle indagini. Poco dopo la scoperta. Tra 20enni e settantenni, tra italiani e stranieri, il giro di clienti abituali del centro era molto ampio. Uomini di ogni età, dunque, disposti a pagare dai 50 euro per un massaggio basilare a oltre i 100 per le prestazioni sessuali, probabilmente mai oltre i 20 minuti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *