31 Maggio 2016

Cede “vecchietto” ad altra badante e pretende 300 euro: condannata

Cede “vecchietto” ad altra badante e pretende 300 euro: condannata

Accordo degenerato in lite tra due moldave (e un marito). Condanne a 1 anno e mezzo all’ex badante dieci mesi al marito per tentata estorsione


Il vecchietto dove lo metto. In questo caso il problema era il contrario, perché il malcapitato assistito era l’oggetto del desiderio di due moldave, che avevano addirittura stipulato un patto per passarselo di mano.

Tutto è iniziato quando una donna moldava ha dovuto lasciare il suo assistito, ma ha pensato bene di realizzare qualcosa e per questo, per “passarlo” ad una connazionale ha chiesto e ottenuto la promessa di ricevere 300 euro come contropartita.

Nonostante la promessa però, pare che il “debito” non sia mai stato onorato e per questo la donna che,si era ritenuta tradita, ha pensato bene di farsi giustizia da sola, anzi insieme al marito, organizzando un vero e proprio agguato con tanto di botte e furto di una catenina d’oro, prelevata come compensazione del mancato versamento del denaro.

La donna derubata ha però fatto immediatamente denuncia e la storia è finita male, con la condanna dell’ex badante a un anno e mezzo di reclusione e al marito di lei a dieci mesi per per tentata estorsione.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *