22 Maggio 2019

Caso Pesci, “nessuna consenso dalla ragazza per un rapporto a tre”

Caso Pesci, “nessuna consenso dalla ragazza per un rapporto a tre”

Sono state depositate le motivazioni della condanna a 5 anni e 8 mesi al pusher nigeriano Wilson Ndu Aniyem


Sono state depositate presso il Tribunale di Parma le motivazioni della condanna col rito abbreviato a 5 anni e 8 mesi ai danni del pusher nigeriano Wilson Ndu Aniyem, spacciatore e complice di Federico Pesci nella notte degli orrori nell’attico di via XXIV Maggio. Secondo il gup Mattia Fiorentini, la ragazza non avrebbe prestato nessun consenso al rapporto a tre, tantomeno alle modalità con cui è avvenuto. Stando alla ricostruzione, era stato infatti lo stesso Pesci a contattare la 21enne con il pusher che, una volta rifornito di cocaina il suo cliente, avrebbe estratto da un borsone una frusta e l’avrebbe colpita prima di legarla.

 

Caso Pesci, 5 anni e 8 mesi allo spacciatore nigeriano

Grazie al rito abbreviato ha potuto beneficiare dello sconto di un terzo della pena

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *