18 Novembre 2016

Casa accusa parlamentari Pd: “Spacciatori devono restare in carcere”

Casa accusa parlamentari Pd: “Spacciatori devono restare in carcere”

L’assessore alla sicurezza: “Colpa dello Stato se c’è poca sicurezza a Parma”


“Ringrazio il consigliere Dall’Olio per le proposte riguardanti il tema della sicurezza: l’idea di decentrare può anche essere interessante, ma solo se l’organico è adeguato alla richiesta. Purtroppo, in verità, il Pd non sa individuare il vero problema, e mi dispiace di questa miopia perché il Partito Democratico è al governo, e ciò preoccupa. Il Comando può anche essere spostato negli ex depositi Tep, ma se dopo aver arrestato lo spacciatore questi è fuori di galera dopo poche ore, il danno alla città e ai cittadini rimane. Anzi: lo spacciatore si sentirebbe intoccabile perché la legge risulta totalmente inefficace. Il governo anziché pensare a bonus di 80 euro dovrebbe pensare a investire nuove risorse sulla sicurezza, incrementare l’organico delle forze dell’ordine e dare la possibilità ai Comuni di assumere nuovi vigili urbani. Basta spot, basta prese di posizione poco efficaci, basta palliativi: abbiamo tre parlamentari della Repubblica, rappresentanti della maggioranza di governo sul territorio, che in tre anni non hanno saputo dare risposte chiare e certe ad ogni nostra proposta o iniziativa. Noi vogliamo garantire sicurezza ai parmigiani, ma vorremmo che lo Stato non si voltasse dall’altra parte come purtroppo sta facendo. Suggerisco infine al consigliere Dall’Olio, prima di dare suggerimenti, di confrontarsi coi parlamentari del suo partito, per far sì che certe le priorità vengano finalmente ascoltate”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *