3 dicembre 2018

Carlo Lucarelli porta in tavola l’Italia post armistizio nell’ultima indagine di De Luca

Carlo Lucarelli porta in tavola l’Italia post armistizio nell’ultima indagine di De Luca

A cena in Corale Verdi con la storica Margherita Becchetti e Simone Metalli di Bottega Finzioni


Peccato mortale” sarebbe non esserci. La Corale Verdi chiude con un gran finale la rassegna di autori che si muovono nel regno del crimine “Fate il vostro Giallo“. Ospite, martedì 4 dicembre alle 21, sarà Carlo Lucarelli con l’ultima indagine del Commissario De Luca.

Un salto indietro nel tempo, con il ritmo del poliziesco, nei 45 giorni tra la caduta di Mussolini e l’armistizio dell’8 settembre 1943. Un periodo storico pieno di contraddizioni, perfetto per una trama gialla che racconta anche il nostro modo di essere italiani oggi.

“Il rumore di fondo del fascismo non ci ha mai abbandonato. Sentiamo l’eco di quei fantasmi, a volte le stesse parole del duce, gli stessi ragionamenti razzisti che si facevano contro gli ebrei e contro gli africani colonizzati. Allora il mio commissario De Luca preferì voltare la testa da un’altra parte, ma l’indifferenza è un’abitudine che persiste” dice Lucarelli della nuova puntata di De Luca che trova qualche pagina ambientata anche a Parma.

Un romanzo avvincente, che grazie alle sempre accuratissime ricerche dello scrittore è un vero e proprio tuffo nel passato con una lente di ingrandimento per vederne la complessità e per trovare le radici di molte dimensioni odierne. Ecco perché ad accompagnare Lucarelli saranno la storica contemporanea Margherita Becchetti, Centro Studi Movimenti di Parma, e Simone Metalli. Metalli è tutor dell’area Fiction di Bottega Finzioni, la scuola di narrazioni fondata a Bologna da Carlo Lucarelli. Autore, sceneggiatore, direttore editoriale della collana “Brividi a cena” per le Edizioni del Loggione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *