24 settembre 2016

Una “caciotta solidale” per i terremotati del Centro Italia

Una “caciotta solidale” per i terremotati del Centro Italia

L’assessore Casa al mercato di Campagna Amica per l’evento realizzato da Coldiretti Parma, Donne Impresa e Giovani Impresa


Una caciotta per aiutare la popolazione colpita dal terremoto che lo scorso 24 agosto ha devastato il Centro Italia. Aiutare le zone distrutte dal sisma, infatti, secondo l’assessore alle Attività produttive, Commercio e Turismo Cristiano Casa significa anche supportare le attività produttive, cercando di garantire il loro funzionamento quotidiano. Da qui l’iniziativa “caciotta solidale”.

Il momento è stato organizzato da Coldiretti Parma, insieme a Donne Impresa e Giovani Impresa, nel mercato straordinario di Campagna Amica al Barilla Center (e già ieri a Fidenza) dalle ore 9 alle ore 12,30, dove attraverso la vendita della caciotta solidale “salva mucche” si è voluto sostenere una mobilitazione straordinaria per le zone colpite dal terremoto, garantendo ogni giorno la mungitura e l’alimentazione delle mucche sopravvissute, raccogliendo quotidianamente il latte su strade dissestate o chiuse, organizzando la trasformazione nella cooperativa dove è diretto ora gran parte del latte proveniente dalle stalle delle aree terremotate, da Amatrice a Norcia.

Si tratta della prima iniziativa con un impatto economico diretto sul territorio per fermare l’abbandono delle attività, che nelle campagne terremotate significa soprattutto salvare le stalle.

Secondo i dati di Coldiretti, sono quasi mille le aziende agricole delle campagne terremotate dove si sono verificati danni strutturali alle case, alle stalle e ai fabbricati rurali che hanno costretto a gettare il latte, con conseguente perdite di mercato per la difficile collocazione del prodotto, costi aggiuntivi per la sistemazione degli animali con seimila pecore e mucche presenti nella zona ora anche colpita dal maltempo fino al crollo delle presenze negli agriturismi per la paura del sisma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *