4 Febbraio 2019

Busseto premiata per la rete rifiuti zero in Emilia-Romagna

Busseto premiata per la rete rifiuti zero in Emilia-Romagna

L’assessore Stefano Capelli: “Grazie all’impegno dei cittadini Busseto è 20esimo nella classifica regionale”


E’ stato consegnato sabato, 2 febbraio, nel corso di un convegno regionale a Poggio Renatico, in provincia Ferrara, il premio al Comune di Busseto come “Comune impegnato nell’attuazione degli obiettivi LR16/2017 per la riduzione dei rifiuti e per l’economia circolare”. Il premio è stato ritirato, a nome dell’Amministrazione, dall’Assessore Capelli che sottolinea come gli obiettivi del Comune di Busseto tendano verso una costante riduzione degli sprechi, ad un contenimento dei rifiuti non inviati a riciclo, alla riduzione procapite dei rifiuti urbani e all’incentivo alla raccolta differenziata.

I bussetani – sottolinea l’assessore al Bilancio e Tributi – sono precisi e bravi nella raccolta differenziata. Un impegno che ci ha permesso di classificarci al ventesimo posto in Regione, su 333 Comuni: siamo il settimo Comune della Provincia di Parma nella classifica. Come Amministrazione è doveroso ringraziare i cittadini per il loro impegno quotidiano e invitarli a proseguire in questa direzione per arrivare ad ottenere risultati sempre più concreti e in linea con gli obiettivi della Legge Regionale”.

Busseto si è classificato 20esimo nella classifica del “Sotto il muro dei 100kg: Comuni verso rifiuti zero”, organizzato dalla Rete Rifiuti Zero Emilia-Romagna in collaborazione con il WWF e Legambiente regionale e con l’EcoIstituto di Faenza. La classifica premia i Comuni che, nel corso del 2017, hanno prodotto meno di 100kg di rifiuto procapite e si stanno dirigendo verso “i rifiuti zero”: Busseto, per la precisione, ha prodotto 94 kg di rifiuto procapite migliorando la performance dello scorso anno che superava i cento chili procapite: “Un miglioramento significativo, rispetto ai dati del 2016, che dimostra l’impegno di tutti i cittadini nella raccolta differenziata”, conclude l’assessore Capelli.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *