30 Giugno 2017

Bullismo, ragazza disabile esclusa dalla cena di classe

Bullismo, ragazza disabile esclusa dalla cena di classe

É successo in una classe seconda superiore. Il motivo dell’esclusione è il fatto che la giovane avrebbe dovuto portare con sè un genitore


 “Non vieni alla cena di classe perché dovresti farti accompagnare da un genitore”. É questo quanto si è sentito dire una ragazza di 16 anni, disabile, sul gruppo Whatsapp della sua classe. Era appena finita la scuola e sul gruppo si stava parlando di un’eventuale occasione per rivedersi finito l’anno scolastico. Un’occasione per tutti, ma non per la povera ragazza che avrebbe dovuto farsi accompagnare da un genitore alla cena.

Le testimonianze dei genitori, ovviamente sconvolti e delusi, raccontano di un botta e risposta abbastanza opprimente sulla chat, in cui la ragazzina viene addirittura accusata di essere la causa per la gita mancata durante l’anno, a causa della sua difficile situazione. Sempre per i genitori, la scusa di una presenza adulta alla cena sarebbe solo un pretesto, dato che le provocazioni sarebbero andate avanti da molto tempo e per tutto l’anno scolastico. Mamma e papà si sono rivolti al provveditore e alla polizia postale, oltre alla scuola che, troppo impegnata negli esami di maturità, ha promesso che l’anno successivo verranno attuati programmi di prevenzione per quanto successo.

La forza della 16enne però, a detta di mamma e papà ha già superato la vicenda anche grazie, occorre dirlo, a qualche compagna che si è dimostrata solidale con lei. Invitandola a cena o uscendo a fare un giro in qualche parco cittadino. Piccoli gesti che fanno la felicità…

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *