14 Settembre 2016

“Orgogliosi di atleti come Giulia Ghiretti, Camellini e Caironi”

“Orgogliosi di atleti come Giulia Ghiretti, Camellini e Caironi”

Paralimpiadi, il Presidente della Regione Emilia-Romagna Bonaccini interviene per complimentarsi per l’oro di Zanardi e ricorda tutte le altre medaglie “emiliane”


“Un immenso Alex Zanardi riempie ancora una volta d’orgoglio l’Italia e l’Emilia-Romagna. Un grandissimo atleta, simbolo di forza e tenacia, nel quale la nostra terra è fiera di riconoscersi”. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, saluta l’ennesima impresa del campione bolognese, che ha vinto l’oro nella gara di handbike (H5) alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, quarta medaglia paralimpica della sua carriera dopo i due ori e l’argento conquistati a Londra quattro anni fa.

“Lo scorso fine settimana sono stato a Rio, dove, e ne siamo orgogliosi, la Regione ha sostenuto il progetto di Casa Italia Paralimpica, realizzata all’interno di una parrocchia, struttura che dopo la fine dei giochi diventerà un centro permanente di avviamento allo sport per persone disabili- prosegue Bonaccini- e lì, insieme al presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, ho tifato per i nostri atleti, a partire dai dodici emiliano-romagnoli presenti, vivendo momenti di grande emozione. Ragazze e ragazzi straordinari. Alex Zanardi, a cui davvero va la riconoscenza di tutti noi, ma voglio ricordare anche gli altri atleti emiliano-romagnoli che hanno contribuito finora al medagliere azzurro: la pluricampionessa modenese Cecilia Camellini (argento nel nuoto), la parmense Giulia Ghiretti (un argento e un bronzo sempre nel nuoto), e la portabandiera Martina Caironi, bolognese d’adozione (argento nel lungo). Loro, così come tutti quelli che gareggiano a Rio, persone e atleti eccezionali”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *