23 Febbraio 2016

Con Barilla si lavora da casa. Entro il 2020 «smart working»

Da / 4 anni fa / Città / Nessun commento
Con Barilla si lavora da casa. Entro il 2020 «smart working»

Finora, su 1600 dipendenti coinvolti, circa 1.200 (oltre il 74%) hanno usufruito di questa opportunità


Barilla apre le porte a una nuova sfida, quella dello “smart working”, una modalità di lavoro flessibile che permette di svolgere la propria professione anche da casa. L’obiettivo di Barilla è proprio quello di coinvolgere, in questa modalità lavorativa, tutti i dipendenti entro il 2020.

Processo avviato già nel 2013, si appresta ora a essere esteso a tutti gli addetti, compresi quelli dedicati alle linee produttive. Finora, su 1600 dipendenti coinvolti, circa 1.200 (oltre il 74%) hanno usufruito di questa opportunità. «Smart working per Barilla significa tre cose – afferma Alessandra Stasi, responsabile Organization & People Development – In primo luogo, lavorare dovunque, comunque e in qualunque momento. E in secondo luogo vuol dire utilizzare gli spazi in un modo diverso: abbiamo lavorato molto nelle varie sedi per riorganizzare gli uffici intorno alle attività di collaborazione, di comunicazione, di concentrazione individuale, che oggi possono essere fatte anche da remoto. Il terzo aspetto sono le tecnologie digitali».
Il progetto di Smart Working è aperto a tutti gli impiegati, ma c’è una maggiore propensione al suo utilizzo da parte delle donne tra 30 e 55 anni e da chi effettua un tragitto casa-ufficio mediamente lungo. La fascia più giovane è quella che la utilizza meno.
Ma come funziona in termini pratici? I dipendenti possono lavorare in sedi diverse dall’ufficio per quattro giorni al mese, accordandosi con il proprio manager. I risultati, finora – fa sapere il gruppo Barilla – sono stati molto positivi. In particolare il beneficio più grande riguarda l’equilibrio vita privata-lavoro che ha portato a un aumento della soddisfazione dei dipendenti. Un’inchiesta effettuata con l’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano su un campione di 600 persone coinvolte nello smart working in Barilla ha mostrato inoltre che per i manager non c’è stato un peggioramento nei livelli di produttività ed efficacia/efficienza delle prestazioni.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *