5 maggio 2016

Assunzione illegittima: Ex-Giunta Bernazzoli risarcisca 150mila euro

Assunzione illegittima: Ex-Giunta Bernazzoli risarcisca 150mila euro

L’ex capo di gabinetto Sandei assunta con un ruolo che richiedeva la laurea, nonostante la funzionaria non l’avesse. I fatti dal 2005 al 2014


La Procura regionale aveva chiesto la condanna ad un risarcimento di 569mila euro. La Corte dei Conti ne ha riconosciuti “solo” 150mila da dividere tra i due mandati durante i quali Genoveffa (detta Genny) Sandei ha ricoperto il ruolo di capo di gabinetto della presidenza senza averne titolo (la laurea).

Durante il Bernazzoli I è stato riconosciuto un danno di 52.585 euro; per il Bernazzoli II la cifra è invece di 98.397. Nel dettaglio sono queste le condanne attribuite a chi è stato ritenuto responsabile. Per il primo mandato: Bernazzoli (23mila euro);  Pier Luigi Ferrari, Manuela Amoretti, Filippo Carraro, Giancarlo Castellani, Emanuele Conte, Ugo Danni, Ettore Manno, Gabriella Meo, Tiziana Mozzoni, Andrea Fellini, Gabriele Ferrari, Giuseppe Romanini, Marcella Saccani e Roberto Zannoni (15mila euro da dividere tra loro); i funzionari Bussolati e Borlenghi (10.500 euro); Attolini (2.600 euro).

Per il Bernazzoli II è riconosciuto un danno di 98.397,18 euro. L’ex-presidente della Provincia dovrà pagare 39mila euro; Ferrari, Amoretti, Castellani, Danni, Romanini e Saccani, 34mila euro, da dividersi in parti uguali; infine i funzionari Borlenghi e Cerbino (9.800 euro a testa ) e Ghirardi (4.900 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *