1 Ottobre 2017

Ascom parte con i Roadshow per capire le esigenze della Provincia

Ascom parte con i Roadshow per capire le esigenze della Provincia

Un vero e proprio tour della provincia per incontrare le aziende del territorio e confrontarsi per discutere strategie e criticità specifiche per ogni area


Dopo il primo step partito il giugno scorso, la campagna promozionale promossa dall’Ascom volta a sostenere e difendere il valore del negozio di vicinato prosegue con l’avvio del Roadshow del Terziario di Ascom: un vero e proprio tour della provincia per incontrare le aziende del territorio e confrontarsi per discutere strategie e criticità specifiche per ogni area.

Con lo slogan “Tieni viva la tua città, fai spesa nel tuo negozio sotto casa Ascom Parma vuole valorizzare le caratteristiche peculiari del negozio tradizionale. Qualità, professionalità e servizio sono valori che da sempre contraddistinguono il negozio di vicinato; caratteristiche uniche che vanno difese perché è interesse di tutti che i negozi vivano”, ha dichiarato Vittorio Dall’Aglio, presidente Ascom Parma.

Il Roadshow del Terziario di Ascom ha fatto tappa anche a Busseto lo scorso martedì, nella Sala delle Carrozze in Villa Pallavicino. Si è parlato, insieme all’Amministrazione ed ai rappresentanti di Ascom, del piccolo commercio e delle iniziative che possono essere messe in atto a tutela del commercio di vicinato nel Paese del Maestro Verdi. Il sindaco Giancarlo Contini ha comunicato ai presenti di aver rinunciato a due proposte di realizzazione di centri commerciali di 1500 metri quadrati l’uno: “Voglio tutelare – ha affermato il Primo Cittadino – le attività di vicinato”.

L’assessore alle Attività Produttive Marzia Marchesi ha fatto presente che l’attività dell’Ascom sul territorio con il Road Show è importantissima: “Queste tipologie di negozi – ha spiegato la Marchesi, in riferimento ai negozi di vicinato – sono il motore trainante dei Centri Commerciali Naturali costruiti all’interno dei centri storici. Se le botteghe sono i Portici di Busseto fossero chiuse, il Paese sarebbe morto. Ecco perché – ha concluso l’assessore – iniziative come i mercati, le fiere e le manifestazioni di natura culturale e ludica portano nel territorio vivacità e turismo. Fare sistema con realtà commerciali limitrofe è importante per la valorizzazione dell’indotto della nostra zona”.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *