24 Luglio 2017

“Ho ammazzato Elisa perché voleva andare ad un concerto”

“Ho ammazzato Elisa perché voleva andare ad un concerto”

Le parole dal carcere di Luigi Colla, il quale ha ucciso l’ex fidanzata il 10 settembre del 2016


Interrogato dal Pm Umberto Ausiello, Luigi Colla è tornato a parlare dell’omicidio della sua ex fidanzata, Elisa Pavarani, avvenuto il 10 settembre del 2016. Insieme al suo avvocato Carlo Amadini, Colla ha fornito una nuova versione dei fatti per difendersi dall’accusa di premeditazione che, se fosse confermata, gli costerebbe l’ergastolo.

“Stavamo parlando tranquillamente sul divano, poi quando Elisa ha ricevuto la chiamata di un’amica che le chiedeva se volesse andare ad un concerto la sera stessa ho perso la testa. A quel punto le ho messo le mani sul collo e ho stretto, lei è caduta per terra e l’ho accoltellata”.

Le parole di Colla vanno nella direzione opposta rispetto all’accusa della premeditazione anche se, secondo alcune indagini dei Carabinieri svolte sul computer dell’assassino, l’uomo avrebbe cercato parole come ad esempio “delitto passionale”, “vizio parziale di mente, “carcere di Parma” e “omicidio colposo”. Anche se Colla sostiene che quelle ricerche siano state fatte per aiutare un collega di lavoro.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *