29 Luglio 2016

Alluvione, il Governo stanzia finanziamenti per chi ha subito danni

Alluvione, il Governo stanzia finanziamenti per chi ha subito danni

Saranno riconosciuti fino all’80% dei danni riportati dagli immobili privati, per un massimo di 150mila euro. Il massimo è di 450mila euro invece per le attività produttive


I soldi anche per gli alluvionati di Parma stanziati in legge di stabilità dovrebbero arrivare nei tempi previsti. Per questo, i parlamentari Pd Patrizia Maestri, Giuseppe Romanini e Giorgio Pagliari esprimono soddisfazione nei confronti del lavoro del Governo, commentando la delibera approvata dal Consiglio dei Ministri che rende operativa la riforma organica del post emergenza che permetterà anche a cittadini e imprenditori di Parma che hanno subito danni dall’esondazione del torrente Baganza del 13 ottobre 2015 di avere un risarcimento.

“Chi ha avuto la propria casa o la propria azienda danneggiata da un evento calamitoso – dicono i parlamentari del Partito democratico – come per l’alluvione di Parma, avrà di riconosciuto un contributo importante per far fronte alle spese”.

Saranno riconosciuti fino all’80% dei danni riportati dagli immobili privati, accertati sulla base di criteri rigorosi, per un massimo di 150mila euro. Il massimo è di 450mila euro invece per le attività produttive, con il riconoscimento fino al 50% dei danni subiti dagli edifici e dell’80% per macchinari e scorte di materie prime. La Legge di Stabilità 2016 aveva stanziato risorse assai rilevanti, fino a un massimo di 1,5 miliardi di euro, per il risarcimento dei privati, imprese e singoli cittadini, che hanno riportato danni causati dagli eventi calamitosi e alluvionali (40 in tutto) tra il 2013 e il 2015, compreso anche Parma.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *