13 Novembre 2018

Alluvione a Parma, il 3 dicembre si decide sul rinvio a giudizio

Alluvione a Parma, il 3 dicembre si decide sul rinvio a giudizio

Pizzarotti e gli altri indagati non hanno scelto riti giudiziari alternativi; su di loro pende l’accusa di disastro colposo aggravato


Il prossimo 3 dicembre si deciderà l’eventuale rinvio a giudizio del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e degli altri imputati nell’inchiesta della Procura sull’alluvione del 2014.

Le altre persone coinvolte sono: l’ex comandante della Polizia Municipale Gaetano Noè, i responsabili della Protezione Civile Comunale e Provinciale (rispettivamente Claudio Pattini e Gabriele Alifranco) e Maurizio Mainetti (responsabile della Protezione Civile a livello Regionale). Nessuno ha scelto riti diversi da quello ordinario.

Su tutti pende l’accusa di disastro colposo aggravato.

“Abbiamo fatto tutto quello che si poteva fare, prima, durante e dopo. Mattino, pomeriggio e sera” queste le parole di Pizzarotti. Il rischio di dover comunque affrontare il processo rimane alto per lui e per tutti gli altri indagati.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *