26 Luglio 2019

Detenuto Alta Sicurezza aggredisce due Poliziotti Penitenziari

Detenuto Alta Sicurezza aggredisce due Poliziotti Penitenziari

Allarme da parte del sindacato: “Episodi di questo tipo sono in preoccupante aumento”


Presso gli Istituti Penali di Parma un detenuto italiano appartenente al circuito dell’Alta Sicurezza, durante il colloquio visivo con i familiari, si sarebbe avventato contro il personale addetto alla vigilanza ed osservazione dei colloqui visivi, per cause in corso di accertamento.

A renderlo noto è Antonio Fellone, Segretario Nazionale del Si.N.A.P.Pe che, con un comunicato stampa dai toni allarmati, racconta l’accaduto, sottolineando come gli eventi critici presso l’Istituto ducale stiano aumentando in maniera esponenziale.

“Entrambi i Poliziotti sono stati accompagnati presso il P.S. del nosocomio cittadino, ove si stanno sottoponendo alle cure del caso, nonché agli esami strumentali necessari” – commenta Fellone. “Siamo in attesa di conoscere l’esatta dinamica dei fatti – continua Fellone – nonché le ragioni che avrebbero portato il detenuto ad aggredire i due colleghi, ma la cosa che va da subito evidenziata è come tali episodi stiano diventando sempre più frequenti negli Istituti della regione”.

“Oltre a chiedere l’immediato trasferimento del detenuto coinvolto nell’evento critico, ai sensi della circolare GDAP 10/10/2018.0316870.U del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, – chiosa Fellone – riteniamo sia necessario adottare i dovuti provvedimenti a salvaguardia del personale di Polizia Penitenziaria impiegato presso un istituto tanto complesso quanto peculiare, a cominciare da un immediato adeguamento dell’organico, carente in ogni ruolo”.

La Segreteria Nazionale Si.N.A.P.Pe

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *