30 Ottobre 2017

Aggressore mascherato da fantasma colpisce i passanti in centro

Aggressore mascherato da fantasma colpisce i passanti in centro

Nel pomeriggio di sabato un individuo travestito da fantasma prende a pugni quattro giovani vittime


Halloween si avvicina ma qualcuno sembra prendere troppo seriamente questa festività proveniente dalla tradizione americana. Si tratta di un giovane mascherato da fantasma che, nel pomeriggio di sabato 28 ottobre, non si è limitato al semplice “dolcetto o scherzetto”, ma ha aggredito un povero quindicenne che stava trascorrendo il suo tempo tra le strade del centro della nostra città, più precisamente nei pressi del Duomo. Il ragazzo è stato colpito in volto da un pugno sferrato senza un apparente motivo dal giovane, travestito per non farsi riconoscere, il quale si è divertito ad importunare la gente spaventandola e addirittura picchiandola. Quest’ultimo si è ispirato al cosiddetto “knockout game”, moda diffusasi anch’essa dagli Usa che consiste nel prendere a pugni passanti a caso senza una precisa ragione, per puro gioco.

La vittima, senza essere stata in grado di reagire, dopo essersi recata presso il pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore di Parma per farsi medicare, ha fatto la sconcertante scoperta di non essere stata l’unico bersaglio del folle mascherato. Infatti, il tale travestito da fantasma, in un lasso di tempo piuttosto breve, aveva aggredito altri tre giovani malcapitati prima di lui, il quale era stato soltanto l’ultima vittima degli agguati.

I quattro hanno confrontato le proprie versioni per cercare di scoprire l’identità dell’aggressore e il motivo che l’ha spinto a mettere in atto questo comportamento, apparentemente inspiegabile. Grazie ai loro racconti e dopo aver raccolto testimonianze e denunce, si è ottenuto un possibile identikit dell’individuo in questione, il quale è riuscito a scappare, ed è stata aperta un’indagine da parte degli inquirenti, impegnati nel far luce sul colpevole.

L’avvenimento è preoccupante in quanto vi è un precedente che presenta caratteristiche e modalità simili, risalente al febbraio 2015, quando una mattina, tra le 6.45 e le 7, un giovane alto e di carnagione chiara aggredì una ragazza, un uomo e un’anziana di 73 anni, sorprendendola alle spalle, nei pressi di via Garibaldi. Tuttavia il caso rimase senza un colpevole.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *