12 Giugno 2015

Aeroporto e alta velocità: un binomio vincente?

Aeroporto e alta velocità: un binomio vincente?

L’Aeroporto Verdi continuerà a volare e si pensa già a progetti futuri in grado di consolidarne e potenziarne l’attività 


L’Aeroporto Verdi è salvo, continuerà a volare. E così inizia a volare con la fantasia anche chi di dovere. Si spera che il Verdi nei prossimi anni possa consolidare la sua posizione, accogliere sempre più passeggeri e diventare uno scalo utile per una vasta area. Sogno o realtà?

Il prossimo obiettivo della Sogeap è puntare sulla collaborazione con Reggio Emilia per ottenere una navetta leggera su rotaia che colleghi l’Aeroporto Verdi con la fermata Mediopadana dell’alta velocità. L’intenzione è quindi fare del Verdi uno scalo non solo di Parma, ma anche delle città vicine. “Si tratta ovviamente di agire in maniera sinergica con la Regione per creare una collaborazione che ci ponga al centro di una vasta area” ha spiegato Guido dalla Rosa Prati. Anche Pizzarotti appare entusiasta di questa nuova iniziativa e s’impegna ad operare già nei prossimi mesi. Le ipotesi sono due: creare un collegamento che parta da Salsomaggiore e prosegua per Fidenza, Parma, Sant’Ilario e Reggio per poi raggiungere, attraverso l’infrastruttura già esistente, la fermata Mediopadana; un progetto che sfrutta i collegamenti già esistenti e che per questo potrebbe essere realizzato rapidamente. La seconda ipotesi invece, prevede il collegamento tra stazione e aeroporto e, proseguendo, le Fiere di Parma. In questo caso però, c’è la necessità di costruire un nuovo tratto di binario.

Inutile dire che, per prendere una sana decisione, bisogna innanzitutto capire quale sarà il vero destino del Verdi. Il sindaco afferma che tra agosto e settembre si giungerà già a una proposta da discutere.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *