9 dicembre 2016

Acceso l’albero. A fianco del tendone bianco con Mercato

Acceso l’albero. A fianco del tendone bianco con Mercato

Acceso, nella nebbia, l’albero. L’ultimo dell’amministrazione Pizzarotti. Via gli animali vivi dalla piazza


Si è acceso questo pomeriggio l’Albero di Natale di piazza Garibaldi: l’abete, di circa 15 metri donato alla città di Parma dal Comune di Asiago. Una cerimonia sobria, la nebbia non ha fermato comunque gli appassionati che hanno approfittato della possibilità di assistere all’ultima accensione dell’attuale giunta Pizzarotti.

Tutto si è svolto fianco del grande tendone, a dire il vero non particolarmente raffinato esteticamente per la piazza, che ospita “Come una volta”: evento notevolmente ridimensionato rispetto alle scorse edizioni, praticamente ridotto ad un punto vendita di alcuni produttori locali di richiamo. Sempre meglio, comunque, dell’idea dello scorso anno di tenere al freddo gli animali vivi, quest’anno saggiamente abbandonata.

Dopo la festa di oggi si prosegue. Domenica 11 dicembre infatti, a partire dalle 17, si svolgerà la celebrazione del primo anniversario dell’assegnazione dell’Unesco del riconoscimento ‘City of Gastronomy’, che si aprirà con la performance di luci e parole (a cura di Art Project) di Marco Nereo Rotelli. L’installazione “food is travel/travel is food” è ispirata ad un immaginario viaggio tra le Creative Cities of Gastronomy.

Due attrici interverranno recitando antiche ricette in un gioco verbale e teatrale in modo da comporre una magica ricetta che ci ricorderà un altro viaggio da non dimenticare: quello della mente e dell’antica tradizione orale che trasmettevano i nostri avi.

Verso le 18, il brindisi con i cittadini in piazza Garibaldi, dove sarà allestita una tavolata di 25 metri e si potranno assaggiare i prodotti offerti dai ristoratori parmigiani e infine, il concerto de I Profani con musica ’70/’80.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *