8 marzo 2019

8 marzo: l’Avis ha invitato tutte le donne a scegliere un modo insolito di festeggiare

8 marzo: l’Avis ha invitato tutte le donne a scegliere un modo insolito di festeggiare
8 marzo: l’Avis ha invitato tutte le donne a scegliere un modo insolito di festeggiare

Tutto il personale in t-shirt bianca con un cuore rosso, simbolo di impegno e passione


A Parma e Provincia sono 6199 le donatrici donna, il 32,41%.
11 sono Presidenti di sezione e 176 ricoprono cariche elettive di responsabilità, su 46 sezioni Comunali e 6 AVIS di Base.

 AVIS Provinciale Parma, in occasione della giornata internazionale della donna, ha invitato tutte le donne a scegliere un insolito modo di festeggiare, un gesto di grande responsabilità civile e solidarietà sociale, donare il sangue. Chi venerdì si è recato al Centro trasfusionale di San Pancrazio, in via G. Mori – 5/A, ha trovato una calorosa accoglienza, un mondo di donne per le donne. Infatti tutto il personale coinvolto nelle pratiche della raccolta sangue, dal ristoro agli operatori sanitari era composto da donne, tutte con una t-shirt dedicata all’evento, bianca con un cuore rosso, simbolo di impegno e passione, ad unire donatrici, volontarie e personale medico. A tutte le donatrici, AVIS Provinciale Parma ha offerto il più classico dei doni, un omaggio floreale e un braccialetto giallo.

Al Centro Trasfusionale si sono confrontate le diverse storie e testimonianze, ognuna ha portato con sé motivazioni, aspettative, partecipazione, tutto all’interno di un clima allegro e conviviale, dispensatore di sorrisi e buonumore.

Le prime ore della mattina hanno visto arrivare le donatrici che poi dovevano tornare agli impegni quotidiani, altre, grazie al permesso lavorativo riservato al lavoro dipendente, hanno potuto dedicare maggiore tempo così come il mondo studentesco che meglio riesce a gestire le proprie tempistiche. Alcune donne erano donatrici di lunga data, altre si avvicinavano alla donazione per la prima volta, tutte accumunate dalla consapevolezza dell’importanza della donazione e dalla soddisfazione che da ciò ne deriva.

Scopo di Avis Provinciale Parma è quello di promuovere una raccolta capace di portare all’autosufficienza per quanto riguarda il fabbisogno di sangue e plasma nel nostro territorio.

L’importanza di una donazione come gesto periodico vale come garanzia per il ricevente, il ricambio generazionale e l’abbandono di alcuni per via dell’incidenza dell’età, richiede sempre nuovi donatori e volontari.

Diventare donatrici di sangue è semplice: non ci sono indicazioni differenti tra uomo e donna, basta essere maggiorenni ed avere un peso corporeo superiore ai 50 kg. Le donne in età fertile possono effettuare un massimo di due donazioni di sangue intero ogni 180 giorni; altre possibilità di donazione possono essere le aferesi, ovvero la donazione di plasma e/o di piastrine. Le donne inoltre non possono effettuare donazioni durante il periodo mestruale, la gravidanza e per un anno dopo il parto. A queste linee guida specifiche per le donatrici si aggiungono quelle valide per tutti i tipi di donatori.

È ovviamente essenziale, nel momento della donazione, essere nelle migliori condizioni di salute possibili. Prima di ogni donazione, è perciò necessario monitorare i valori dell’emoglobina ed avere un quadro clinico preciso e puntuale, per garantire una doppia azione fondamentale: la sicurezza della qualità del sangue per i riceventi e la tutela della salute delle donatrici, due priorità assolute, rigorosamente verificate dal personale dedicato alla raccolta.

È sempre un buon giorno per donare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *