30 Ottobre 2019

Crac Parmalat, venduta all’asta la collezione di Tanzi

Crac Parmalat, venduta all’asta la collezione di Tanzi

Sono stati venduti all’asta i capolavori sequestrati a Callisto Tanzi. Il ricavato di 12 milioni sarà redistribuito dal tribunale di Parma ai creditori più bisognosi


Sono state ben 54 le opere battute all’asta, ieri 29 ottobre, a Milano, per un ricavato totale di 12,3 milioni di euro.

I capolavori furono acquistati da Callisto Tanzi, ex patron della Parmalat, tra il 1990 e il 2000 utilizzando i fondi aziendali. Il ricavato dell’asta sarà destinato a soddisfare i creditori.

Le opere, ritrovate tra nascondigli svizzeri e nel garage del collezionista privato, sono uscite dalla tutela giudiziaria per trovare una nuova collocazione.

Il ricavato sarà devoluto ai creditori di Tanzi, condannato in via definitiva dalla Cassazione a 15 anni e 5 mesi, per il crac da 14 miliardi di euro del gruppo Parmalat.

Il catalogo ha presentato le firme di una caratura straordinaria: Van Gogh, Picasso, Chagall, Mirò, Monet, Modigliani, Balla, Ligabue,  Magritte, Toulouse-Lautrec, Matisse e tanti altri.

La collezione (ricca di tele, disegni, grafiche e sculture) inizialmente stimata tra i 6 e gli 8 milioni di euro, ha fruttato quasi il doppio.

Collezionisti, istituzioni e musei internazionali (circa 900 i potenziali clienti) hanno animato il salone del Centro Svizzero e agitato i collegamenti sul web e per vie telefoniche, partecipando alla fruttuosa asta.

“La Natura morta” di Picasso, l’olio su tela del 1944, è stata valutata con oltre 2,1 milioni.

‘La Falaise du Petit Ailly a’ Varegenville’ di Claude Monet, la seconda opera più quotata, è stata battuta all’asta per più di un milione e mezzo di euro. Datato 1896-97 , il capolavoro olio su tela, è stato acquistato da un collezionista presente nel salone del Centro Svizzero. La terza opera più costosa è stata “Pollard Willow” di Van Gogh, del 1881, acquistata a 800mila euro.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *