8 luglio 2016

VIA ROBUSCHI. LADRI SVALIGIANO LA HOONWARD LUXURY GROUP

VIA ROBUSCHI. LADRI SVALIGIANO LA HOONWARD LUXURY GROUP

I malviventi hanno bloccato le vie di accesso e usato un’auto come ariete. Rubati numerosi capi di abbigliamento


Due di notte dell’8 luglio, gli agenti della Mobile di Parma sono intervenuti i via Robuschi 3 dopo che la centrale operativa 113 aveva ricevuto la segnalazione di un furto in atto.

Giunti sul posto, gli agenti hanno subito riscontrato la presenza di un furgone che impediva il transito di altri veicoli in via Manara nei pressi del civico 39. Un altro furgone bloccava invece la strada tra via Pontasso e e via Manara, nei pressi del passaggio a livello. Il transito era bloccato persino in via Spezia – via Pontasso, dove erano state abbandonate tre balle di fieno al centro della carreggiata.

Raggiunto a piedi il luogo della segnalazione, gli agenti hanno accertato che il cancello della ditta Hoonward Luxury Group era stato forzato con un piede di porco e aperto e che il portone d’ingresso era stato sfondato da due auto, una Passat e una Fiat Ducato Maxi, usate come ariete.

I ladri, la cui identità è ancora ignota, hanno caricato circa 300 abiti sul furgone e nel baule dell’auto e sono poi fuggiti. I mezzi erano probabilmente rubati, così come quelli utilizzati per bloccare le strade e rallentare la polizia.

L’intervento della polizia scientifica ha permesso di repertare, tra le numerose tracce rinvenute sul luogo del furto, alcuni frammenti del fanale rosso di un’autovettura, probabilmente la stessa utilizzata come ariete, una torcia elettrica utilizzata e un piede di porco. Sono in corso le indagini per risalire ai responsabili.

L’Amministratore delegato della Hoonward Luxury Group ha affermato che questo è il terzo furto che subisce la ditta e che i ladri hanno portato via un’intera produzione: si trattava infatti di capi finiti e imbustati, pronti per essere consegnati ai clienti.

I ladri, probabilmente professionisti su commissione, hanno rubato capi dal valore totale di un milione e mezzo di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.